“In Consiglio comunale AN diverrà PDL”

30/03/2009
h.19.00

“Se qualcuno, e io non ero tra questi – spiega Moine – temeva che il Popolo della Libertà fosse nient’altro che una Forza Italia allargata, nel corso della tre giorni romana ogni dubbio è stato fugato: per quanto sia difficile unire due culture e due storie diverse come quelle di Forza Italia e Alleanza Nazionale, senza dimenticare le altre componenti numericamente minori ma non meno importanti, quello che ci si è presentato davanti alla Nuova Fiera di Roma è un partito vero, dove accanto alla leadership indiscussa di Silvio Berlusconi vivono idee e passione, dove c’è rapporto diretto con la gente, dove c’è democrazia e dove esiste un vero dibattito interno come ha dimostrato il lucidissimo intervento di Gianfranco Fini”
“Il dato politico più rilevante – prosegue – è tuttavia il fatto che, accanto a un gruppo dirigente capace e coeso, sia emersa una grande sintonia tra la nostra gente, le nostre basi sono già ben amalgamate grazie al lavoro comune degli ultimi 15 anni ed è stato bello vedere come il popolo della libertà fosse davvero uno solo, unito e festante. Colgo l’occasione – conclude Moine – per annunciare che dalla prossima seduta di consiglio comunale il gruppo che presiedo cambierà denominazione, come è logico: da Alleanza Nazionale a Popolo della Libertà”.

lombatti_mar24