“La movida è una grande opportunità”

20/06/2011
h.16.50

La movida di via Farini si è presentata in questi anni come una grande opportunità attrattiva per il centro storico della città di Parma.
Essa ha creato quell’immagine di città giovane capace di portare gente nelle vie e nei borghi centrali di Parma nelle ore serali, contribuendo così a tenere alta l’attenzione verso il nostro centro storico, divenuto meta di centinaia di persone anche da fuori città e fuori provincia. Non a caso infatti al di là dell’Enza o del Taro, giusto per rimanere sulla via Emilia, ci invidiano la capacità attrattiva del centro storico, che anche grazie all’attenzione dell’amministrazione comunale, è divenuto un polo aggregativo importante in grado di creare un’alternativa al nomadismo notturno.
Allo stesso modo il fenomeno movida ha rappresentato un grande volano per l’economia e gli esercizi commerciali del territorio, un valore aggiunto per gli immobili del centro, un deterrente contro la criminalità, un’alternativa alla migrazione dei giovani in auto da un locale all’altro.
Oggi purtroppo questa opportunità tanto consolidata, quanto invidiata dalle altre città, si sta in parte trasformando, creando disagi alla popolazione residente e agli stessi esercizi commerciali. La poca educazione di qualcuno, la moltitudine di persone, la mancanza di qualche accorgimento necessario, determina una situazione che rischia realmente di trasformare la movida da qualcosa di diverso rispetto a quello che dovrebbe essere.
Non a caso gli articoli di stampa degli ultimi mesi testimoniano una situazione che dal punto di vista commerciale, della viabilità e della vivibilità merita di essere attentamente analizzato dalle istituzioni.
Siamo consapevoli che il tema sia complesso, che il momento di crisi generale stia portando ad un super lavoro anche il comune di Parma e che la giunta si stia impegnando al massimo per seguire e gestire la situazione, ma al tempo stesso ritengo che proprio in un momento difficile come questo sia compito degli amministratori compresi i consiglieri comunali, impegnarsi per trovare risorse e soluzioni ai problemi. La movida, a mio modo di vedere, è una risorsa che va guidata e gestita e noi dobbiamo impegnarci per questo, coinvolgendo le associazioni di categoria, i residenti, i commercianti, i giovani.
Dobbiamo trovare soluzioni, per la viabilità: ad esempio con convenzioni mirate con i parcheggi a pagamento, dove a fronte di un costo accessibile e convenzionato sparisca il parcheggio selvaggio e ancora, predisporre un servizio bus navetta da e per il centro città dai parcheggi scambiatori. Per la vivibilità e il commercio: definire gli orari, garantire l’ordine e la pulizia e inserire qualche servizio igienico.
Per questa ragione nei prossimi giorni convocherò una commissione alla presenza delle parti interessate dove ascolteremo le istanze di chi vive la movida, ci confronteremo e formuleremo alla giunta proposte risolutive.

Matteo Agoletti
Presidente Commissione giovani del Comune di Parma

cioccolato