L’albero della piazza per il Natale di Parma arriva dall’Appennino al confine con la Liguria

E’ arrivato portando un soffio di “marino” l’albero che accompagnerà dalla Piazza le festività natalizie di Parma.

Si tratta di una donazione gratuita del Parco dell’Aveto, della foresta demaniale ai piedi del Monte Penna, al confine tra Liguria ed Emilia Romagna e frutto di tagli selettivi operati a carico delle conifere di impianto artificiale, per favorire il recupero delle latifoglie naturali, nell’ambito di foreste gestite secondo criteri di sostenibilità ambientale. Attenzione, quella per l’ambiente, testimoniata anche dalla scelta di un comprensorio vicino e che non ha richiesto lunghi spostamenti di mezzi. Insieme alle luminose decorazioni che vestiranno l’abete nei prossimi giorni e saranno accese, come tradizione vuole, con tutta la città, il prossimo 8 dicembre, una targa sull’abete ricorderà la sua provenienza: una sorta di certificato di sostenibilità.

“Questo albero arriva grazie alla collaborazione del Parco dell’Aveto che vogliamo ringraziare” commenta il vice Sindaco e Assessore alla Cultura e Turismo Lorenzo Lavagetto “si tratta di un albero scelto tra quelli destinati a taglio per la pianificazione forestale e che arriva da boschi non troppo distanti: un abete di Natale sostenibile dai nostri Appennini”. E’ un albero che è stato danneggiato da una bufera.

La tradizione simbolica dell’albero di Natale in piazza si unisce quest’anno all’impegno per la tutela delle risorse ambientali.