Lavezzini Parma – Chevakata Vologda 63-81

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

30/01/2009
h.11.00
 
Il Chevakata Vologda espugna il PalaCiti col punteggio di 81 a 63 ed ipoteca il passaggio ai quarti. Ha vinto la formazione più forte scuramente, ma il Lavezzini c’ha messo del suo giocando una prima parte di match sottotono e non all’altezza delle sue reali capacità.
La pausa natalizia, allungata dagli impegni della nazionale maggiore di quasi un mese, sembra non aver giovato alla compagine gialloblù che, dopo la non brillante prestazione di Cinisello Balsamo di domenica sera scorsa, ne ha seguita un’altra oggi pregiudicando nettamente le possibilità di raggiungere il turno successivo. I quarti sono ora molto lontani, ma nella pallacanestro ed a queste ragazze mai dare nulla di scontato.
L’inizio gara come detto è tutto a favore delle russe scese in campo determinatissime a voler chiudere il conto da subito. Il primo quarto termina addirittura 11 a 29.
Rimontare contro questa formazione russa, impreziosita da due forti atlete statunitensi (Sanford 71,4 % da due e Moore) è impresa assai ardua. Se poi ci si mette anche la precisione da record nel tiro da tre di giocatrici del calibro di Volkova (5 su 10 da 3 e 21 punti totali) e Pimenova (6 su 9 da 3 e 18 punti totali), al PalaCiti scende la notte. A far risultare nulli i potenti fari del palasport di via Lazio ci si mette per contro l’imprecisione, invece, delle parmigiane con solo il 28% da tre.
Il momento migliore di Parma arriva all’inizio dell’ultima frazione, forse complice un po’ di appagamento delle ex-sovietiche ed il loro carico di falli (in 3 a quota 4!). In questo frangente il Lavezzini giunge ad un meno tredici che lascia ben sperare.
Invece il Vologda preme ulteriormente sull’acceleratore e chiude col già citato + 18 finale. Migliore delle ducali Laura Summerton con 17 punti. Buona anche Porter con 15. Nota lieta della serata è stata l’offerta in beneficenza raccolta dalla società da parte dei giovani sostenitori gialloblù che domenica in casa del Geas si erano resi artefici di un tifo poco consono e che aveva portato il Basket Parma a ricevere una conseguente multa.
I ragazzi dopo aver chiesto scusa pubblicamente a tutti gli interessati hanno, al loro interno, effettuato una cospicua colletta che si è andata ad aggiungere alla raccolta di fondi effettuatasi in occasione del calcetto benefico di lunedì scorso.
Per Parma arriva ora, in questo momento non certamente esaltante, una delle trasferte più insidiose e storicamente più proibitive dell’intera stagione. Domenica, infatti, Paparazzo e compagne giocheranno alle ore 17,00 a Taranto delle recenti ex Mahoney e Bello. Obiettivo? Naturalmente tentare il tutto per tutto per restare al comando della classifica.

Casa Bambini
kaleidoscopio
SanMartino
lodi_maggio24