Progetto Fuori Gioco: consegnata una Zbike Dallara alla campionessa parmigiana di paraciclismo Veronica Frosi

La cornice di Alé Parma Sport Festival, quarta edizione del Festival dello sport cittadino promosso dal Comune di Parma, ha fornito il contesto ideale per la presentazione di due iniziative capaci di fare concreta sintesi tra sport, educazione, inclusione e protagonismo giovanile. Nel pomeriggio di sabato, infatti, a “Lostello” in Cittadella hanno avuto luogo la presentazione del progetto “Fuori Gioco” (https://www.fuorigioco-sse.it/) e, a seguire, la consegna della ZBike Dallara alla campionessa parmigiana di paraciclismo Veronica Frosi.

“Fuori gioco”, progetto di rete promosso da A.pa.par – Associazione Pallavolisti Parmensi, ANMIC Parma, Boxe Parma, Blue Steel ASD, Circolo bCRAL Sanità, Cooperativa Gruppo Scuola, Cooperativa Eidè, Energy Volley, Gruppo Oltretorrente Baseball, Polisportiva Gioco Parma ODV, Giocoparma ASD, Polisportiva Inzani, US Astra, si propone di sperimentare e offrire, nel contesto del quartiere Molinetto, opportunità aggregative, educative e ricreative diversificate per gli adolescenti e non solo, in un’ottica di promozione dell’inclusione e di stili di vita sani, individuando lo sport come strumento di connessione e di “aggancio” verso altre opportunità. Il progetto, sostenuto da Fondazione Cariparma grazie al “Bando inclusione”, è già operativo e nella fase estiva è stato capace di avvicinare e coinvolgere più di seicento persone, grazie alla sinergia tre le associazioni e ad una regia capace di mettere a valore il potenziale di spazi, opportunità e competenze.

La progettualità vede anche l’introduzione, a fianco del tecnico sportivo, della figura dell’educatore sportivo, per affrontare con maggiore consapevolezza e competenza i bisogni delle nuove generazioni e i cambiamenti della società.

“Sono molto orgoglioso di condividere questo momento, a voi vanno i miei complimenti per i traguardi già raggiunti in così poco tempo”, commenta Franco Magnani, Presidente di Fondazione Cariparma. “Il vostro impegno è di ispirazione per tutti noi, sappiamo di poter contare su realtà capace di progettare e di poter fare la differenza nello sviluppo della nostra comunità. Fondazione Cariparma c’è.”

Il Delegato allo Sport Davide Antonelli sottolinea come il progetto Fuori Gioco sia in linea con le prospettive e gli obiettivi dell’Assessorato Sport e Giovani, auspicando che l’iniziativa da una prima fase di sperimentazione possa poi consolidarsi e divenire una buona pratica esportabile in altri contesti.

Sport, inclusione, comunità, sono gli elementi cardine anche del secondo momento del pomeriggio a “Lostello”. Polisportiva Gioco Parma, infatti, porta gli esiti della campagna di raccolta fondi realizzata grazie a Fondazione MUNUS, per l’acquisto di una ZBIKE DALLARA, a favore della giovane campionessa di paraciclismo Veronica Frosi.

 

† Dialogo tra Maria Maddalena e Andrea Marsiletti sul lungolago di Tiberiade

 

“Siamo felici di aver contribuito con il nostro fondo ‘Il gioco del futuro’, promosso da Polisportiva Gioco, a celebrare questo momento così importante non solo per Veronica ma per tutta la nostra comunità”, a parlare è Giorgio Delsante, Presidente di Fondazione Munus. “Veronica è una campionessa che anche di recente ha dato prova di tutto il suo talento ai Campionati Europei di paraciclismo di Rotterdam. Il nostro augurio è che questo nuovo mezzo la possa portare a raggiungere tutti i traguardi sportivi e di vita che desidera e noi ci saremo.”

Dal canto suo Veronica, emozionatissima, è un fiume in piena: “Sono immensamente grata per questa donazione. Un pensiero speciale alla Dallara, con cui collaboro da anni e condivido l’amicizia speciale con Alex Zanardi…senza il quale io non sarei qui. Questo fantastico mezzo mi renderà sicuramente più competitiva e performante nelle gare. La cosa che mi riempie di gioia è che da oggi in tutte le competizioni alle quali parteciperò porterò con me un simbolo della mia città e delle persone che hanno creduto in me, in primis i dirigenti della Polisportiva Gioco Parma. Una responsabilità che mi spingerà a dare il meglio ogni volta. Ringrazio tutti quelli che in qualsiasi modo mi hanno sostenuto, sperando di ricambiare raggiungendo presto i traguardi che la nuova handbike mi permetterà di raggiungere.”

Non manca di esprimere la propria soddisfazione Luca Vescovi, ingegnere DALLARA coinvolto nel progetto ZBIKE: ”Siamo orgogliosi di poter mettere a disposizione di Veronica le nostre competenze. Aver scoperto lo sport paralimpico ci ha aperto nuovi orizzonti rispetto al ruolo che l’ingegneria ha nel migliorare la vita delle persone, in ambito sportivo e non solo. Ci auguriamo che il nostro contributo possa permettere a Veronica di raggiungere nuovi e sempre più ambiziosi traguardi sportivi”.

Marco Tagliavini, Presidente della Polisportiva Gioco Parma, sintetizza così l’intenso pomeriggio in Cittadella: “Essere capofila di un progetto di così ampio respiro come Fuori Gioco, a fianco di una rete di associazioni che vuole dare risposte concrete ai bisogni degli adolescenti e alle loro famiglie, agendo con la fiducia di Comune di Parma, Fondazione Cariparma e Fondazione MUNUS, rappresenta un grande momento di crescita per la nostra associazione, da quarant’anni attiva nello sport paralimpico, ed oggi impegnata anche in altri contesti quali i progetti per i giovani e l’animazione di comunità. Non dimentichiamo però le nostre radici: l’essere stati promotori della raccolta fondi per mettere a disposizione di Veronica un gioello di tecnologia tutta parmigiana come la ZBIKE DALLARA rappresenta anche un ritorno alle origini, poiché il paraciclismo è stato una delle discipline in cui la “Gioco” si è impegnata fin dall’inizio della sua storia, costruita intorno al concetto di “diritto allo sport”, ben prima che questo entrasse nella nostra Costituzione”.

 

cioccolato