“Riformare le pensioni”

02/11/2011
h.16.30

“Serve un patto generazionale, occorre mettere mano alle pensioni, perché il momento economico lo richiede e perché occorre guardare al futuro, anche dei giovani”. Lo afferma il giovane ex capogruppo dell’Udc in consiglio comunale a Parma, Matteo Agoletti, che insieme al coordinatore provinciale Mirko Dolfen si inserisce nel dibattito nazionale sulle pensioni.
“Mentre assistiamo sconcertati e con grande preoccupazione alla situazione economica che stiamo vivendo, con la crisi dei mercati finanziari, il crollo delle borse, il ruolo dell’Europa e la manovra messa in campo dal governo, non possiamo esimerci da affrontare temi scomodi e puntare sulle riforme strutturali, come quella delle pensioni.
Il tema è tabù da anni e i governi che si sono succeduti hanno mantenuto lo stato delle cose per paura di perdere consensi. Oggi occorre una presa di coscienza collettiva da parte della politica, riformando le pensioni, perché la crisi che stiamo vivendo lo impone e perché occorre dare una prospettiva ai nostri giovani. Serve un patto generazionale, un sacrificio per chi lavora e per chi beneficerà delle pensioni in futuro. Il sistema pensioni così come è strutturato oggi non può più reggere, allora è giusto ricercare un nuovo equilibrio attraverso una riforma di struttura del sistema pensionistico”.
Dello stesso avviso il coordinatore provinciale Mirko Dolfen: “Le resistenze dimostrate da Bossi ad una riforma delle pensioni sono espressione di una politica vecchia. Dica piuttosto – se riesce – qualcosa di rassicurante ai milioni di giovani precari, 30 enni e 40 enni, che rappresentano il grande nodo irrisolto della politica sociale ed economica dell’intero paese. La politica previdenziale, lo dice la parola stessa, ha bisogno di politici previdenti, non può sempre piegarsi alle esigenze del momento e ai calcoli elettorali”.

cioccolato