“Riportiamo a scuola i bimbi di Finale Emilia”

Lombatti

01/08/2012
h.14.50

Un ponte di solidarietà fra Parma e Finale Emilia, devastata dal terremoto dello scorso maggio. È lo spirito di fondo di “In Finale x 7 – Tutti a scuola con i bambini di Finale Emilia”, progetto promosso da sette associazioni di Parma e del Parmense (Portos, Ludobimbo, Gommaland, Croce Rossa, Agd Parma, Amatori Parma rugby, Progetto Laboratori Compiti) e patrocinato dalla Provincia di Parma e dal Comune di Finale Emilia.
L’idea è semplice: raccogliere materiali didattici per favorire la ripresa della vita scolastica dei 460 alunni della scuola primaria Elvira Castelfranchi di Finale Emilia, per dare un forte segnale di speranza a tutti i bimbi affinché possano ricominciare quanto prima una vita normale.
“Noi vorremmo riportare questi 460 bambini a scuola, e abbiamo pensato di unirci per raggiungere questo traguardo. E non ci fermeremo, non solo per tutta l’estate ma anche oltre: rimaniamo sempre aperti per Finale”, ha detto nella presentazione di oggi al Parco Ferrari di Parma il presidente dell’Associazione Portos, Andrea Corò. Accanto a lui l’assessore alle Politiche sociali della Provincia di Parma Marcella Saccani, il sindaco di Finale Emilia Fernando Ferioli e i presidenti delle altre associazioni promotrici: Silvia Olivieri per Ludobimbo, Andrea Bandini per Amatori Parma rugby, Fabrizio Cresti per Gommaland, Giuseppe Zammarchi per la Croce Rossa Italiana, Nino Cocconcelli per Agd Parma, Maria Elena Veliogna per Laboratori Compiti.
“Queste associazioni ci dicono che la solidarietà non ha mai fine, e ci danno un bel segnale. Sono un pezzo di una realtà grande in una città e in un territorio che dal punto di vista della solidarietà esprimono tanto. L’obiettivo è far sì che quei bambini possano contare su strumenti utili per far rinascere la comunità scolastica, ed è un obiettivo cui tutti noi tendiamo: speriamo che in tanti accolgano questo invito”, ha detto l’assessore della Provincia di Parma Marcella Saccani.
Le associazioni promotrici si propongono di aiutare i bambini e la comunità di Finale fornendo tutto il materiale didattico occorrente alla riapertura dell’attività scolastica nell’anno 2012-2013: e per questo chiedono l’aiuto di chiunque voglia contribuire. Si raccoglieranno astucci, zainetti, diari, matite, pennarelli, quaderni, temperini, gomme, squadre, pastelli, gessetti, block notes, risme di carta bianca e colorata, biro, libri per bambini e tanto altro: tutto quello che può servire in una scuola ma che nelle zone colpite dal sisma non è facile trovare. Materiali nuovi ma anche usati, purché naturalmente in buone condizioni.
Il progetto, che sta già ricevendo collaborazioni da tutta Italia, non si ferma però a questo: si mira anche a dotare la scuola elementare di una ludoteca e di una biblioteca.
“Noi abbiamo ancora più di 4mila persone fuori dalle case, 1.600 alloggi inagibili, e c’è ancora chi dorme in macchina perché ha paura. Abbiamo cinque scuole da ricostruire e altre inagibili, la palestra e il centro sportivo distrutti, circa 2.500 bambini fuori dalle scuole: impianteremo moduli e strutture provvisorie, e questi ragazzi potranno ricominciare le lezioni al massimo entro il 15 ottobre. Il vostro aiuto, con quello che arriverà da questa bella iniziativa, sarà fondamentale proprio per ricominciare – ha detto il sindaco di Finale Emilia Fernando Ferioli -. Con il terremoto di maggio abbiamo perso la nostra identità, i nostri simboli, abbiamo perso la nostra quotidianità. Ma non molliamo, e vogliamo ricostruire: da fare c’è tanto. La fortuna che abbiamo è poter dire che ci sono tante persone che sono con noi, e questo ci dà una forza straordinaria. Voi con questa iniziativa ci dite che non siamo soli. E questa per noi, al di là del materiale che arriverà, è una dimostrazione di affetto e di forza capace di dare speranza: la speranza che ci sia una luce in fondo al tunnel”.
Parte dunque una gara di solidarietà che durerà tutta l’estate, e alla quale è chiamato chiunque voglia partecipare, per accompagnare insieme i bimbi di Finale Emilia all’avvio del nuovo anno scolastico. Il primo giorno di scuola le sette associazioni parmensi saranno proprio a Finale Emilia, ad accompagnare festosamente gli scolari con una piccola “Città per i Bambini”: ci saranno animazione e divertimento con clown, giocoleria, palloncini, gonfiabili e tanto altro, per provare a rendere speciale quel giorno.
“Il nostro è un progetto che vuole guardare avanti, e sono convinto che i parmigiani ci saranno vicini e accoglieranno il nostro appello”, ha commentato il presidente della Cri Giuseppe Zammarchi, che ha aggiunto: “Questa squadra è vincente a Parma perché da anni stiamo lavorando insieme, e abbiamo dimostrato che a lavorare insieme arrivano grossi risultati”.
Per raggiungere il traguardo che ci si è prefissati saranno realizzati diversi appuntamenti, per la diffusione del progetto e per la raccolta materiale:
– il 12 agosto gli Alpini organizzeranno a Palanzano, durante la loro festa, una raccolta fondi ad hoc
– nei giorni 1 e 2 settembre sarà allestito un banchetto al Centro Torri di Parma
– dall’8 al 16 settembre il progetto sarà alla Fiera Nazionale del Camper a Parma: sarà così sotto gli occhi dei camperisti che arriveranno a visitare la manifestazione dall’Italia e dall’estero
– il 16 settembre sarà realizzato un concerto al Teatro Farnese di Parma per raccogliere fondi per l’iniziativa.
Questi gli indirizzi a cui rivolgersi per le informazioni e la consegna di materiali:

– Portos Associazione Culturale – piazza Woolf, 13 – Parma
Tel. 339.8703936 – 347.7319956
email: saraeandrea2007@libero.it

– Ludobimbo.it – c/o Parco Ferrari – Via Pezzani – Parma
Tel. 338.5093467
email: silvia@ludobimbo.it