San Leonardo, il cane antidroga Nogout scova 6 etti fra hashish e marijuna su un auto parcheggiata: arrestato un 21enne

Continuano senza soluzione di continuità i servizi straordinari di controllo del territorio in città  allo scopo di innalzare i livelli di ordine e sicurezza pubblica  e di contrastare le varie forme di illegalità nelle aree più sensibili del territorio.

Nella giornata di ieri, infatti, si sono nuovamente svolti i servizi straordinari controllo del territorio, finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e del crimine diffuso.

Le pattuglie delle Volanti coordinate da un  Funzionario della Questura, sono state supportate da diversi equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia,  da  un team di cinofili antidroga della Questura di  Genova con il poliziotto a 4 zampe Nagout,  nonché da un nucleo specializzato della Polizia Locale, con il compito  di verificare la regolarità  di alcuni esercizi commerciali del centro cittadino.

Il servizio ha visto una minuziosa attività di controllo in zona stazione e  nel quartiere San Leonardo, spesso oggetto  di segnalazioni di fenomeni di degrado urbano, spaccio di sostanze stupefacenti e teatro di reati di tipo predatorio.

Nello specifico, durante l’attività di controllo svolta a ridosso della stazione ferroviaria. il poliziotto a 4 zampe Nagout  segnalava una persona che  sostava  nei pressi della stazione ferroviaria e che alla vista dei poliziotti cercava di allontanarsi allo scopo di eludere il controllo.  Il soggetto immediatamente fermato, veniva identificato per un cittadino italiano 31enne. Sottoposto a successiva perquisizione, l’uomo era trovato in possesso di circa tre grammi di sostanza stupefacente. Per questo motivo il 31enne veniva sanzionato ai sensi dell’art 75 DPR 309/90 e lo stupefacente sequestrato.

Nel corso dei controlli, svolti in zona San Leonardo il cane Nagout addestrato nella ricerca di sostanze stupefacenti veniva attratto da un’autovettura regolarmente parcheggiata in strada. Il personale impiegato data la situazione e ritenendo che sull’autovettura potesse essere occultato dello stupefacente, attendevano che il proprietario venisse a ritirare l’auto, appostandosi in zona. Dopo un considerevole lasso di tempo, sopraggiungeva l’utilizzatore dell’auto, un 21enne italiano, per ritirare la propria autovettura, che veniva immediatamente bloccato, controllato e perquisito. I poliziotti rinvenivano, in parte all’interno dell’autovettura e in parte nel marsupio che l’uomo indossava, sostanza stupefacente del tipo hashish e marijuana  per un peso complessivo di 600 grammi, nonché la somma di circa 375 euro suddivisa in banconote di vario  taglio,  un coltello multiuso e materiale necessario per il confezionamento dello stupefacente.

Alla luce dei fatti,, l’uomo veniva  tratto in arresto per  il reato  di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente  e denunciato per porto abusivo di oggetti atti ad offendere.

Dell’arresto era data immediata notizia all’Autorità Giudiziaria che, convalidato l’arresto, applicava la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Questura di Parma