“Trasformazioni. Naturaliarosa”

30/03/2009
h.15.00

Si inaugura venerdì 3 aprile alle ore 18:00 presso THE BOX ART&INFO, all’interno della Temporary Station di Parma, la mostra Trasformazioni.Naturaliarosa di Alessia Lusardi.
L’esposizione, a cura di Marco Turco, è parte della rassegna di Arti Visive Trasformazioni.DiSegnoUrbano organizzata dall’Archivio Giovani Artisti di Parma e Provincia, struttura dell’Assessorato al Benessere e alla Creatività Giovanile del Comune di Parma, in collaborazione con Fondazione Monte di Parma, STU Area Stazione e 00:am Casa Creativa.
“Un gioioso mondo incantato dominato da colori accesi, caramellosi, chiassosi. Popolato da figure infantili, banali, dai contorni semplici e schematici. Alessia Lusardi ci trascina in una dimensione onirica, surreale, giocosa. Ma questa favolosa realtà nasconde in sé qualcosa di angosciante: accostandosi alla serie di quadretti si avverte immediatamente una sorta di repulsione, di inquietudine e di disagio.
Ecco infatti sbucare, tra fiori e coniglietti, repellenti insetti neri dagli arti deformi. Ci troviamo così catapultati in un sogno strano, irretiti da un inconscio turbato, dove desideri e timori s’incontrano, si scontrano, si mescolano destabilizzando ogni nostra certezza” (Barbara Bernardi).
La fuga nel mondo artificiale e atemporale dei Naturalia Rosa è la provocante proposta di Alessia Lusardi, verso una sorta di surreale Jugendstil Superkitsch, che si configura quale nuovo stile per la città del futuro. Come il Bianconiglio di Carroll, il coniglietto di latta della Lusardi ci guida in un mondo meraviglioso: nella vitalità di fiori e animaletti dai colori sgargianti dipinti su piccole tele, tra le decorazioni di ironiche carte da parati e tavole imbandite, fino ad arrivare a un video in cui lo spettatore è proiettato in un paradisiaco ma stereotipato scenario litorale.
L’effetto di grande straniamento prodotto dai labili confini tra elementi naturali e artificiali gioca con le inquietudini della società moderna.

Alessia Lusardi è nata a Borgo Val di Taro nel 1974, vive e lavora tra Parma e Bologna.
Ha conseguito la Maturità Artistica presso l’Istituto d’Arte P. Toschi di Parma, il Diploma all’Accademia di Belle Arti di Bologna, la Laurea in Filosofia presso l’Università degli Studi di Bologna e la Specializzazione con abilitazione per l’insegnamento secondario.
Tra le principali esposizioni: 2002, Pulp, S. Maria delle Pertiche, Pavia; 2003, Caos e Comunicazione, Archivio Giovani Artisti, Parma; 2004, Keep’n touch, Spazio Aperto GAM, Bologna; 2008, Punto 15. Quindici anni di creatività giovanile in mostra, Palazzo Pigorini, Parma; 2009 Lup’s Art, Casa Gallery, Bologna;
Dal 2004 cura il laboratorio di Arte Sperimentale presso il Liceo G. Romagnosi di Parma.

lombatti_mar24