Muore sul lavoro a Fidenza

24/04/2014

Tragedia sul lavoro: questa mattina un operaio di 48 anni, di origine magrebina, residente a Salsomaggiore, è rimasto ucciso in una carpenteria metallica a Fidenza. E’ stato schiacciato da un cassero per traversine metalliche del peso di oltre una tonnellata.

__
24/04/2013
h.18.00

ANCORA UNA MORTE SUL LAVORO

Questa mattina abbiamo appreso la tragica notizia della morte di un lavoratore, Atif Abdelouahed di 48 anni, dipendente della Ditta metalmeccanica CFL di Santa Margherita a Fidenza.
Dal Marocco era venuto in Italia per dare un futuro alla sua famiglia e nel nostro Paese i suoi sogni si sono spezzati.
Dalle prime ricostruzioni pare che Atif Abdelouahed sia rimasto schiacciato da un cassero per traversine metalliche.
Viste le scarse informazioni è difficile esprimere ora giudizi sulle cause di questo infortunio mortale: resta l’amara constatazione che anche oggi, come ogni giorno, si è continuato a morire sul lavoro.
Da tempo sosteniamo che tragedie come queste non possono essere più tollerate. Purtroppo però continuiamo a ricordare sistematicamente colleghi e compagni di lavoro che non ci sono più.
Non vogliamo trarre oggi azzardate conclusioni. Per questo chiediamo il massimo impegno a tutti gli organismi preposti affinché, al più presto, si faccia piena luce la dinamica. A tal fine se dalle indagini emergeranno gravi responsabilità datoriali, la Fiom Cgil si batterà con tutte le sue forze, fino ad arrivare alla costituzione in parte civile.
 La Fiom Cgil e la Camera del Lavoro di Parma esprimono profonda vicinanza ai famigliari di Atif Abdelouahed colpiti da un dolore immenso per una tragedia che non doveva succedere.

lombatti_mar24