Andrea Lucchesini al Regio, lunedì 22 aprile per la stagione concertistica 2024

SanMartino
Casa Bambini
lodi_maggio24
kaleidoscopio
Andrea Lucchesini

Prosegue con Andrea Lucchesini la Stagione Concertistica 2024, realizzata da Società dei Concerti di Parma: lunedì 22 aprile 2024, alle 20.30, al Teatro Regio di Parma, il pianista interpreta la Sonata quasi una fantasia n. 14 di Ludwig van Beethoven, la Fantasia op. 17 di Robert Schumann e la Sonata in si minore di Franz Liszt.

Un recital che esplora i confini tra sonata e fantasia in un percorso che attraversa la prima metà dell’‘800 e restituisce tutta la profondità poetica e rivoluzionaria delle pagine dei tre compositori.

“La logica che unisce questi tre pezzi è lampante – spiega Giuseppe Martini nelle note al programma. Una sonata che non è più del tutto una sonata ma non ancora una fantasia; una fantasia di nome, ma di fatto una sonata; e una sonata di nome, ma di fatto una sintesi di sonata e fantasia. Abbiamo dunque una linea ferrea che unisce il compositore che ha sublimato la sonata mentre tentava di superarla, un compositore che cerca di rinnovare la forma per rispondere al cambiamento di sensibilità e di pubblico, e un compositore-pianista che, dopo aver fatto di tutto per decostruire le forme del recente passato, decide di punta a una sintesi del pianismo da Beethoven in poi”.

Solidità nell’impianto formale delle esecuzioni, estrema cura del suono, raffinatezza timbrica e naturale capacità comunicativa sono alcuni degli aspetti che hanno reso Andrea Lucchesini uno degli interpreti più ricercati a livello internazionale, con un ampio e variegato repertorio che spazia dal classico al contemporaneo.

Tra le sue incisioni discografiche, acclamate dalla critica di tutto il mondo, spiccano proprio la Sonata in si minore di Liszt e l’integrale live delle 32 sonate di Beethoven, oltre ad alcuni tra i capolavori del ‘900, tra cui Pierrot lunaire di Arnold Schönberg ed il Kammerkonzert di Alban Berg.

Strettissima anche la sua collaborazione con Luciano Berio: sotto la sua direzione ha inciso il Concerto II Echoing curves e nel 2001 ha eseguito in prima mondiale la sua Sonata.

Formatosi alla grande scuola pianistica di Maria Tipo, Lucchesini si dedica con passione anche all’insegnamento: è docente presso la Scuola di Musica di Fiesole, di cui è stato fino al 2016 direttore artistico, e tiene masterclass presso importanti istituzioni musicali italiane ed europee, tra cui l’Accademia di Musica di Pinerolo e il Mozarteum di Salisburgo; dal 2008 è Accademico di S. Cecilia.

SanMartino
lodi_maggio24
kaleidoscopio
Casa Bambini