“Bene Bene”: la mostra dell’artista Emanuele Araldi fa viaggiare il pubblico tra i piani del Torrione Visconteo

confartigianatomaggio

Bene Bene, la mostra di Emanuele Araldi è stata inaugurata al Torrione Visconteo. I quattro piani della torre medievale che affaccia sul torrente, fino al prossimo 25 giugno, si offriranno ai con tele ed installazioni, come un avvolgente viaggio tra terra e cielo progettata come un corpo unico nonostante le marcate differenze e sorprendenti variabili che si presentano ad ogni piano.

L’esposizione che sarà aperta dal mercoledì alla domenica, dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19 ad ingresso libero e segna il ritorno dell’artista, a vent’anni dalle precedenti esposizioni.

Il taglio del nastro ha visto la presenza del Vice Sindaco e Assessore alla Cultura Lorenzo Lavagetto e dell’autore parmigiano Emanuele Araldi che propone questo viaggio fantastico alla città a partire dall’installazione esterna.

 

“Né maschio né femmina, noi tutti siamo uno in Cristo”. Le religioni superino le differenze di genere (di Francesca Saccani)

 

Dalla facciata del Torrione, in caduta dalla finestrella centrale più alta, è lanciata in caduta libera una “liana di fuga”. L’installazione poetica e volatile è composta di sette lenzuola nei colori dell’arcobaleno. Un simbolo di pace che dà il titolo alla mostra simboleggiando come volontà e coraggio debbano perseguire sempre il bene.  “Questa mostra schiude il Torrione alla città dopo un recente restauro” ha detto Lorenzo Lavagetto “promuove uno dei nostri talenti. Vogliamo continuare a creare occasioni che, come questa, riescono a coniugare luoghi e spazi a progetti inediti dove sono protagoniste le tante e vitali energie creative vivono Parma o a Parma sono legate”.

Emanuele Araldi ha ringraziato la collaborazione che l’Assessorato alla cultura gli ha offerto, ma anche Leo giovane bassista che ha creato la colonna sonora che accompagna la mostra e l’Associazione Remo Gaibazzi. “Questa mostra nasce dai miei sogni, che ora sono diventati tangibili e si possono condividere. Il concetto che più le appartiene è quello della fluidità, il suo valore significativo è l’invito a pensare attraverso cinque sensi e il volere e il credere il bene per se’ e per chi ci sta intorno”.    

SanMartino
kaleidoscopio
Casa Bambini
lodi_maggio24