“Carola”: dal cantautore parmigiano Rocco Rosignoli una Canzone di Natale dal sapore insolito

È iniziato il mese di dicembre, e intorno a noi ogni cosa annuncia l’imminente arrivo del Natale, festa di gioia e luce, che però è preceduta dal periodo più buio dell’anno. La malinconia dolce del Natale trova espressione nell’ultima canzone pubblicata da Rocco Rosignoli, il cantautore e scrittore di Parma, già premio Daffini e invitato alla Rassegna della Nuova e Storica Canzone d’Autore. Rocco Rosignoli, autore anche di saggi dedicati a figure capitali della canzone, ha pubblicato sul suo canale YouTube il video di “Carola”. La Carola Natalizia è un genere di canzone di origine anglosassone, particolarmente popolare nei paesi di lingua inglese. L’atmosfera malinconica del brano è il contraltare alle immagini del video, piene di luci e colori brillanti.

 

A Gesù piacerebbe l’albero in Piazza Garibaldi, diversamente natalizio (di Andrea Marsiletti)

 

Una Carola natalizia nata un anno fa,” scrive Rocco Rosignoli sul suo canale, “triste come devono esserlo tutte le canzoni di Natale.” In chiusura del video troviamo una dedica speciale, a un grande della canzone che è sparito proprio in questi giorni: “Avevo quasi finito di montare il video, quando è venuto a mancare Shane McGowan, grande cantante e scrittore di canzoni irlandese, frontman dei Pogues, autore tra le altre cose del capolavoro “Fairytale of New York”, la canzone di Natale più disperata e più bella di sempre. E allora”, conclude Rocco Rosignoli, “ho deciso che questo video doveva essere dedicato alla sua memoria.”

 

 

Rocco Rosignoli è cantautore, musicista e scrittore. Nato a Parma nel 1982, ha al suo attivo diversi album di sua composizione. Ha inoltre esplorato vari repertori, dalla musica di matrice ebraica al canto politico e sociale. Autore anche di lezioni-concerto dedicate alla canzone d’autore, e di spettacoli di teatro-canzone di argomento storico (Prima Guerra Mondiale, Storia d’Italia, Resistenza, fino al più recente “Le belle bandiere: canto per la vita di Pasolini”, realizzato con Miriam Camerini), è anche saggista e poeta: dal 2009 ha pubblicato due libri di poesia, un saggio dedicato al film “Il laureato”, e due saggi di ambito musicale: “L’arte di Leonard Cohen” (Mimesis, 2022), accompagnato da un disco di traduzioni dal grande poeta e cantautore canadese, e “E l’eco si è smorzato appena. Ascoltare Francesco Guccini” (Il Foglio, 2023). È possibile inseguirlo per i palchi di mezza Italia, se non si ha paura di salire sui treni.