E’ iniziata una raccolta fondi per Formigoni. Cenicola: “Il Presidente oggi è nullatenente e non può lavorare. Cosa deve fare per sopravvivere senza violare la legge?”

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24
Nella foto Angelo Cenicola con Roberto Formigoni

In aprile il parmigiano Angelo Cenicola, imprenditore e amico personale di Roberto Formigoni, aveva fatto partire un raccolta firme per chiedere la grazia per l’ex governatore della Lombardia, da fine febbraio in carcere per scontare una condanna per corruzione, oggi agli arresti domiciliari.

L’iniziativa ebbe un grandissimo eco mediatico nazionale essendo stata ripresa in queste ore dai maggiori giornali quali Repubblica, Stampa, Il Giornale, Tgcom24, Huffington post, Libero, SkyTg24, oltre che da decine di siti web… ma anche internazionale arrivando fino in Spagna e in Germania… addirittura citata dal TG di Panama.

Al momento è stata raggiunta quota 4.400 firme.

Su Facebook è attiva la pagina ‘Roberto Formigoni libero’, che da poco ha iniziato anche una raccolta fondi per Formigoni.

E’ lo stesso Cenicola a spiegare le ragioni di questa iniziativa: “Con la delibera dell’Ufficio di Presidenza del Senato, al presidente Formigoni è stato tolto il 100% della pensione che il Senato gli corrispondeva in forza dei suoi 16 anni nel Parlamento italiano ed europeo. A questo va aggiunta la decisione della Corte dei Conti che da ottobre gli ha sequestrato il 100% del vitalizio maturato in 18 anni in Regione Lombardia. Quindi oggi il presidente Formigoni non ha più nessun introito. L’ironia della sorte è che la detenzione domiciliare gli vieta di lavorare per i prossimi 2 anni. Gli hanno sequestrato quello che aveva, gli hanno tolto il 100% delle pensioni quando la legge prevede solo il 20% come percentuale aggredibile. Il Presidente è nullatenente e non avrà nulla di quanto versato come contributi in 34 anni di politica. Non può lavorare… la domanda viene spontanea: una persona nella sua situazione cosa deve fare per sopravvivere senza violare la legge? Lo Stato e la Magistratura cosa gli consigliano?”.

lodi_maggio24
SanMartino
Casa Bambini
kaleidoscopio