È morto Giovanni Paolo Bernini. Il cordoglio di Forza Italia, del sindaco Guerra e della ministra Anna Maria Bernini

Casa Bambini
kaleidoscopio
SanMartino
lodi_maggio24

Giovanni Paolo Bernini, esponente di Forza Italia e già assessore e presidente del consiglio comunale di Parma, è morto questa notte nel sonno per un malore improvviso.

Aveva 61 anni.

Si sarebbe presto candidato a sindaco di Berceto.

La Redazione di ParmaDaily ricorda Giovanni con affetto e amicizia, ed esprime le proprie condoglianze alla famiglia.

La Redazione

 

Evento: Appuntamento Giovanni Bernini. Ora: Alla fine dei tempi. Dove: Megiddo (di Andrea Marsiletti)

___

 

Forza Italia, Tassinari: “Dolore per scomparsa Giovanni Paolo Bernini. Suo impegno non sarà mai dimenticato”

“È con grande dolore che abbiamo appreso della scomparsa improvvisa di Giovanni Paolo Bernini, esponente storico di Fi e amico. Il suo impegno per Forza Italia, per il nostro territorio non sarà mai dimenticato, è stato un esempio alto di abnegazione e di forza. Alla sua famiglia il nostro abbraccio più sentito. Grazie Giovanni!”.
Così in una nota Rosaria Tassinari, deputata di Forza Italia e e presidente del Coordinamento regionale di Forza Italia dell’Emilia Romagna

____

“Sono molto addolorato per la notizia improvvisa della prematura scomparsa di Giovanni Paolo Bernini, nostro dirigente di Parma, già assessore nel Comune emiliano ed impegnato, in particolare, nelle battaglie per la riforma della giustizia condotte da Forza Italia. Bernini è stato vittima della malagiustizia e delle azioni persecutorie e infondate di noti magistrati della sinistra. Ha scritto libri per raccontare la verità ed era impegnato, anche in questi mesi, per ottenere risposte dalle autorità di governo in merito alle vicende che hanno ingiustamente condizionato la sua vita. Temo che queste vicende non siano estranee alla sua morte prematura. Nello stringermi ai familiari, agli amici e nel ricordare le tante occasioni di incontro e di comune battaglia per Forza Italia e per una giustizia trasparente, devo immaginare che chi ingiustamente l’ha perseguitato si renda conto delle gravi responsabilità che si hanno rispetto alla vita delle persone. Perché è forte in me la convinzione che troppo abbia sofferto le persecuzioni subite”. Lo dichiara il presidente dei senatori di Forza Italia Maurizio Gasparri.

___

Di seguito il cordoglio del sindaco Michele Guerra per la scomparsa di Giovanni Bernini: “La notizia della scomparsa così improvvisa di Giovanni Bernini ha particolarmente colpito. L’avevo visto solo due giorni fa in occasione della visita del ministro Tajani. Esprimo la mia vicinanza e le condoglianze più sincere alla sua famiglia.”

___

Sono colpito e dispiaciuto per la notizia che ci è giunta questa mattina della scomparsa di Giovanni Paolo Bernini che avevo incontrato non più tardi di due giorni fa durante la visita del ministro Tajani a Parma.

Conoscevo da tanti anni Giovanni Paolo fin dai tempi del liceo e non posso non sottolineare il suo grande e costante impegno e la sua grande passione in tutti i ruoli che ha ricoperto da presidente del Consiglio Comunale e da assessore.

Ricordo il lavoro fatto da assessore della mia Giunta con le deleghe al Personale, Disabili e Infanzia. In particolare, si è speso per valorizzare l’agenzia disabili con tante iniziative a partire dal libro bianco per la disabilità che avevamo presentato a Roma assieme con tutte le associazioni nazionali dei disabili alla presenza del ministro del Welfare onorevole Sacconi.

Ricordo anche il suo impegno nella riorganizzazione del personale del Comune e nel volerli coinvolgere sempre sui progetti della Giunta come anche nella costituzione della partecipata “Parma Zerosei” per i servizi per l’infanzia.

Alla famiglia il mio cordoglio più sentito.

Pietro Vignali

___

Parma, Cavandoli (Lega): “Grande tristezza per scomparsa Giovanni Paolo Bernini”

“Apprendiamo con profonda tristezza della improvvisa scomparsa di Giovanni Paolo Bernini, già presidente del consiglio comunale ed assessore di Forza Italia a Parma. Una notizia che ha sconvolto il mondo politico di Parma che lo aveva incontrato solo pochi giorni fa ad una lectio magistralis al Teatro Farnese. Un uomo appassionato di politica e attento alla città e al territorio parmense. Esprimo le mie più sentite condoglianze alla moglie, alla mamma e ai figli. Una preghiera per lui”.

Lo dichiara la deputata della Lega Laura Cavandoli, eletta a Parma.

___

Giustizia, Potenti (Lega): Con Giovanni Paolo Bernini se ne va combattente per la verità

“Ho appreso da poco la straziante notizia della prematura scomparsa dell’ amico Giovanni Paolo Bernini. Da anni, assieme, nel gruppo degli amici dell’Osservatorio Giustizia. Assieme nella grande battaglia dei referendum sulla Giustizia promossi da Lega e Radicali. Ho combattuto a fianco di Giovanni Paolo per difendere la verità e la giustizia a seguito dei gravi fatti che lo videro ingiustamente accusato da magistrati di Sinistra di fatti mai compiuti. Perdo un caro amico. Riposa in pace, Giovanni Paolo”. Lo dichiara in una nota Manfredi Potenti, senatore toscano della Lega e membro della Commissione Giustizia del Senato.

____

“Apprendo con dolore della prematura scomparsa di Giovanni Paolo Bernini, dirigente di Forza Italia a Parma. Nel corso della sua esperienza politica non si è mai risparmiato né sottratto, pagando prezzi personali altissimi per combattere le battaglie in difesa dei principi e dei valori in cui ha sempre profondamente creduto. Ed ora era pronto a scendere in campo, ancora una volta, con la volontà di sempre. Sono vicina ai suoi familiari, alle persone che gli hanno voluto bene e a tutta la grande famiglia di Forza Italia alla quale mi stringo in un affettuoso abbraccio”. Lo dichiara in una nota il ministro dell’Università e della Ricerca, Anna Maria Bernini.

___

Caro Giovanni Paolo Bernini,

Oggi, con grande dolore e un senso di vuoto incolmabile, mi trovo a scrivere queste parole nel momento in cui apprendo della tua scomparsa, avvenuta forse nel silenzio del sonno, lasciandoci tutti un po’ più soli. La tua partenza ci costringe a riflettere non solo sulla tua vita e il tuo impegno in Forza Italia, ma anche e soprattutto sulle battaglie che hai combattuto con fierezza e determinazione, sia in ambito politico che personale.

In qualità di medico coordinatore della sanità nella provincia di Parma e, soprattutto, come membro e sostenitore di Forza Italia, sento il bisogno di rivolgere queste parole non soltanto a te, ma a tutti coloro che sono pronti ad ascoltare.

La tua storia personale e politica, caro Giovanni Paolo, è stata segnata da vicende giudiziarie che hai sempre affrontato con il coraggio dei tuoi convincimenti, cercando di ottenere quella rivalsa in politica che meritavi. Hai persino scritto un libro per raccontare la tua versione dei fatti, sottolineando come ti sei sentito perseguitato da una parte della magistratura.

Oggi, attraverso questa lettera aperta, vorrei rivolgere un appello a tutti, in tuo onore: il rancore, l’incomprensione e le divisioni profonde possono solo portare al dolore e, in ultima analisi, distruggere.

La tua scomparsa ci ricorda quanto sia prezioso e fragile il tempo che abbiamo a disposizione e come dovremmo usarlo per costruire ponti, non muri.

Giovanni Paolo, la tua memoria e il tuo insegnamento dovrebbero servire a noi tutti come monito: è solo attraverso il dialogo, il rispetto reciproco e la volontà di comprendere le ragioni dell’altro che potremo superare le divisioni che troppo spesso sembrano insormontabili. Lasciare da parte il rancore non è un segno di debolezza, ma di forza e di grande maturità umana e politica.

In questo momento di dolore, vorrei che le tue battaglie e la tua ricerca instancabile di giustizia e verità non venissero dimenticate, ma che diventassero un faro per tutti noi, un’esortazione a combattere sempre per ciò in cui crediamo, con onestà e integrità.

La tua scomparsa, Giovanni Paolo, non rappresenta solo la perdita di un politico o di un uomo ingiustamente perseguitato, ma di un essere umano che, con tutte le sue forze, ha cercato di rendere questo mondo un posto migliore. Possa il tuo spirito ispirarci a lavorare per una società più giusta, coesa e libera dall’odio che troppo spesso ci divide.

Con profondo rispetto e sincera ammirazione,

Massimo Petrelli
Medico Coordinatore Sanità Provincia di Parma
Membro di Forza Italia



Casa Bambini
kaleidoscopio
SanMartino
lodi_maggio24