Foibe, “restituita dignità agli italiani trucidati”

Le altre notizie pubblicate oggi
(non più in homepage)
___
09/02/2011
h.18.00

Dopo la Giornata della Memoria, ritengo opportuno e doveroso riportare all’attenzione che domani sarà il 10 febbraio “Giorno del Ricordo” a memoria delle vittime delle foibe e degli esuli istriani, giuliani e dalmati.
Finalmente l’approvazione da parte del Parlamento italiano della legge che celebra questa giornata, ha restituito dignità alla memoria delle migliaia di italiani trucidati barbaramente sul confine orientale e dei 350 mila connazionali costretti all’esilio dalle terre natie di Istria, Fiume e Dalmazia per sfuggire alla repressione delle truppe del maresciallo Tito e alla pulizia etnica nei confronti dei cittadini italiani.
Oggi io ricordo:
– le migliaia e migliaia di uomini, donne, anziani e bambini, lasciati morire nel buio di una foiba, seppelliti vivi tra i morti.
– Cadaveri disseminati senza pietà lungo tutto il confine nord-orientale d’Italia.
– Ricordo quei carnefici ancora impuniti, prosciolti dall’accusa di sterminio per aver operato in territorio “extranazionale” o mai neanche processati.
– Ricordo migliaia di persone scomparse nel nulla che l’Italia, l’Europa ed il mondo hanno fatto finta di dimenticare.
– Ricordo il silenzio degli storici e l’omissione complice di una parte di scuola, perché le giovani generazioni non sapessero, perché non ricordassero.
Il mio auspicio, rivolto soprattutto alle giovani generazioni, è che la verità storica possa rimanere parte integrante della cultura e della tradizione del nostro popolo, al fine di non dimenticare e sedimentare sempre più, se pur in una realtà ricca ed evoluta come la nostra, i sentimenti del rispetto e del sacrificio.

Matteo Agoletti
Consigliere “Impegno per Parma”

___

Iscriviti alla
newsletter
di ParmaDaily!

lombatti_mar24