Intrapprendere, premiazione con Patrizio Roversi

31/05/2013
h.16.30

Ingegno, creatività, passione sono gli ingredienti che ogni anno caratterizzano Intrapprendere, il concorso di economia cooperativa promosso da Legacoop Parma.
Venerdì 31 maggio alle 10, la Sala Anedda dell’Assistenza Pubblica in via Gorizia 2 ha ospitato la finale della settimana edizione, a cui hanno partecipato sei classi delle scuole superiori di Parma e provincia, che durante l’a.s. 2012-2013, accompagnate da docenti e totur di Legacoop, hanno seguito un corso culminato nella costituzione di un’impresa simulata.
A moderare l’evento, è intervenuto con la sua personalissima comicità, Patrizio Roversi, conduttore televisivo di successo, protagonista di trasmissioni di viaggio insieme a Syusy Blady e spalla d Caterina Guzzanti nel suo ultimo programma “La prova dell’otto”.
“E’ importante” – ha dichiarato Roversi – “trasmettere ai giovani i valori di cui è portatore il modello cooperativo, così antico ma al tempo stesso così moderno ed attuale, perchè, rispetto ai paradigmi economico-finanziari che hanno provocato questa crisi, propone un modo alternativo di fare impresa”.
Sono intervenuti Nicoletta Paci, vicesindaco e ass. ai Servizi Educativi del Comune di Parma, Vincenzo Bernazzoli, presidente della Provincia di Parma, Giancarlo Menta, Servizi alle Imprese della Camera di Commercio, e Andrea Volta, presidente Legacoop Parma.
La classifica finale, stilata da una giuria di rappresentanti del corpo docente dell’Università di Parma e del mondo cooperativo, è così composta: secondi classificati ex equo ITC Paciolo IV A e IV B IGEA con “Light the night” (produzione moda di ciabatte e borse dotate di lampadine da utilizzare in caso di necessità) e ISISS Giordani IV e V D Turismo con “Cibovagando” (ristobar multietnico e agenzia viaggi per itinerari inconsueti); primi classificati ITIS da Vinci IV A Meccanica con “Great Security Systems” (sistema di sicurezza per impedire l’imbocco delle tangenziali contromano) e ITC Melloni IV C IGEA con “Cip e-Coop” (manutenzione dei boschi e produzione di cippato con legno di scarto).
I criteri di giudizio hanno tenuto conto di molteplici aspetti: sostenibilità economica, rispetto dell’ambiente e del lavoratore, innovazione, creatività, efficacia promozionale, aderenza ai principi di democrazia e mutualità propri della cooperazione.

cioccolato