L’8 dicembre i Portici del Grano si vestono a festa con la Piazzetta Solidale e Il Cuoco e Il Contadino

Chi vorrà portare sulla tavola delle feste un po’ di solidarietà, potrà farlo venerdì 8 dicembre nella Piazzetta Solidale allestita sotto i Portici del Grano di piazza Garibaldi; un’occasione unica in cui il tradizionale appuntamento di Natale di Csv Emilia (Centro di Servizio per il Volontariato per le associazioni attive nelle province di Piacenza, Parma e Reggio Emilia) e dei Panificatori Ascom sarà arricchito anche dal caffè del Gruppo Torrefattori di Ascom, dagli showcooking del Parma Quality Restaurants e dagli stand di Confagricoltura Parma, in un evento patrocinato dal Comune di Parma.

“L’evento dell’8 dicembre – ha introdotto Daria Jacopozzi, assessora a Partecipazione, Associazionismo, Quartieri e Cooperazione internazionale – unisce in modo simbolicamente molto forte le grandi energie del nostro territorio: da una parte quelle della filiera agroalimentare che lo caratterizza come capitale della food valley, dall’altra quelle dell’ampio e attivissimo mondo del volontariato e del Terzo settore, coordinato dal CSV, che si dimostra sempre più capace di fare squadra con le aziende del territorio a beneficio dei bisogni della città nei suoi ambiti di fragilità. L’8 dicembre, Festa dell’Immacolata, Parma dà avvio alle feste di questo Natale 2023, invitando tutta la cittadinanza sotto i portici del Grano a riconoscersi in questo evento solidale per il quale già tantissimi/e persone hanno già collaborato facendo con le proprie mani gli anolini che saranno venduti (e succederà in un attimo, lo sappiamo!).

È la solidarietà il vero segno del Natale che deve unire la città e lo stiamo realizzando così, andando in piazza con Confagricoltura e con le imprese innovative della ristorazione a favore anche di Noi per Loro, con il CSV, che rappresenta le centinaia di associazioni attive nel nostro territorio, e che quest’anno ha deciso di premiare con i fondi raccolti dall’anolino solidale il lavoro dei volontari della Protezione civile (ricordiamo composta da ben 72 associazioni!).

Una novità che mi fa particolarmente piacere è che per la prima volta, grazie al lavoro svolto da Parmalimenta in Burundi, dove il Comune è capofila di un progetto di cooperazione internazionale, gli chef parmigiani potranno utilizzare per i loro ottimi piatti la nostra passata di pomodoro, appena arrivata da Bujumbura dove è stata avviata l’attività di trasformazione del pomodoro”.

Anolino solidale

Sin dal mattino i galleggianti dorati, realizzati in questi giorni da oltre duemila volontari tra Parma e provincia, grazie alle materie prime donate da Conad e dal Consorzio del Parmigiano Reggiano, saranno in vendita, congelati, in confezione da un chilogrammo l’una e al costo di 33 euro. Il ricavato andrà a sostegno del progetto #siamotuttiprotezionecivile – ideato per rafforzare una cultura diffusa di Protezione Civile, intesa come solidarietà, spirito di collaborazione e senso di responsabilità, attraverso occasioni formative ed esperienze educative, a partire dalle giovani generazioni. Per ogni euro donato, Barilla, Chiesi e Fondazione Cariparma ne aggiungeranno uno ciascuno, quadruplicando così il valore raccolto.

Novità per quest’anno sono gli anolini senza glutine, realizzati dai volontari dell’AIC. Associazione Italiana Celiachia.

“Questa collaborazione fra volontariato, commercio, agricoltura e ristorazione è qualcosa di speciale che non deve passare inosservato – ha commentato Arnaldo Conforti, direttore CSV Emilia –. È il segno che nella nostra città c’è davvero voglia di collaborare, un indicatore straordinario di una comunità attenta e coesa, capace di guardare insieme nella stessa direzione”.

Panettone e Caffè solidale

Dalle 16.00, apertura degli stand per la tradizionale merenda di Natale prima dell’accensione dell’albero: i panificatori di Ascom saranno presenti con decine di panettoni artigianali che potranno, ad offerta libera, essere assaggiati in accompagnamento, quest’anno, ad un caldo caffè offerto dal gruppo Torrefattori di Ascom. Tutto il ricavato sarà equamente ripartito tra l’Associazione Noi per Loro e il progetto #insiemeconte per il nuovo Centro Oncologico di Parma.

“Un appuntamento per noi irrinunciabile che ci consente non solo di raccogliere contributi per la sanità, ma al tempo stesso salvaguardare e diffondere la cultura dei prodotti artigianali di qualità.” Ha aggiunto il Presidente Panificatori Ascom Massimo Fornasari. “Fipe e Torrefattori non potevano mancare – hanno commentato Ugo Bertolotti Presidente Fipe Parma e Luca Montagna Presidente Torrefattori Parma – per aggiungere un tocco speciale ad un appuntamento classico e atteso del Natale in centro storico che diventa l’occasione per ricordare al pubblico il significato e il gusto di un caffè a regola d’arte”.

“L’impegno e la collaborazione dei nostri gruppi, ancor più quando l’obiettivo è così nobile, – ha concluso Vittorio Dall’Aglio Presidente Ascom – sono la conferma del valore sociale che i negozi rappresentano per un territorio.”

Il Cuoco e il Contadino… sapori di Natale

Nel cuore di Parma l’8 dicembre ci sarà anche l’iniziativa “Il Cuoco e il Contadino”, il format di successo promosso da Confagricoltura Parma e Parma Quality Restaurants che valorizza i prodotti dell’agricoltura grazie all’incontro con l’abilità degli chef in cucina. Per la prima volta verrà utilizzata dagli chef la passata di pomodoro prodotta in Burundi grazie al progetto di cooperazione internazionale guidato dal Comune di Parma “Maison Parma, il valore del territorio: la filiera del pomodoro e lo sviluppo sostenibile” finanziato dall’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

 

† Terra Santa 12 – Al cospetto della tomba vuota, della resurrezione di Gesù (di Andrea Marsiletti)

 

Dalle 10.30 alle 19 sotto i Portici del Grano sarà proposto l’appuntamento “Sapori di Natale” che prevede un mercatino agricolo, con le aziende socie di Confagricoltura Parma, e gli show cooking natalizi a cura del Parma Quality Restaurants, con la partecipazione degli chef Mario Marini alle 11.30, Filippo Cavalli alle 15.30 e Nicole Zerbini alle 16.30, che daranno vita a gustose ricette delle feste.

Le aziende agricole: Elena di Gianmaria Cunial, Rizzi, Sperimentale Stuard, Podere Maric di Marco Mori, Podere Casa Bassa di Fabrizio Bertelli, Masi, Le arnie di Emil di Emil Surpi, Agricola Schianchi di Massimo Pizzarotti, Giulio Del Monte e Floricoltura Manuel Messina proporranno originali idee regalo all’insegna di vino, parmigiano reggiano, conserve, farine, pasta, salumi, prodotti a base di peperoncino, lumache, miele, candele, propoli, zafferano, uova, sott’oli, patate, zucche, olio, fiori, piante, cosmesi e centro tavola.

Una parte del ricavato delle varie iniziative sarà devoluta in beneficenza alla Protezione Civile ed all’Associazione Noi per Loro.

“Confagricoltura Parma – dichiara il presidente Roberto Gelfi – partecipa con l’entusiasmo delle aziende socie ad un’iniziativa che permette di mostrare, nel cuore della città, il frutto del lavoro nei campi. Una bellissima vetrina che dimostra quanto sia fondamentale la sinergia tra agricoltori, allevatori, ristoratori ed enti locali per proporre il meglio del nostro territorio. Il tutto ulteriormente impreziosito dal fine benefico di una parte delle attività che proporremo”.

“L’8 dicembre è da sempre una giornata di festa per i parmigiani ed essere presenti sotto ai Portici del Grano, insieme agli altri promotori dell’iniziativa, rientra nel percorso fin da subito intrapreso dal Parma Quality Restaurants – sottolinea il presidente Enrico Bergonzi -, quello cioè di fare sistema per valorizzare il nostro territorio, le sue eccellenze e i valori che lo animano”.