“L’Europa spiegata bene”: incontro con l’eurodeputata Gualmini a Fidenza

lodi_maggio24
Casa Bambini
kaleidoscopio
SanMartino

Non la solita e paludata presentazione ma un incontro per spiegare bene l’Europa. Bene davvero e senza ipocrisie. Ospite l’eurodeputata Elisabetta Gualmini, autrice del libro “Mamma Europa” appena edito da Il Mulino, che il prossimo 20 marzo al ridotto del Teatro Magnani (ore 20.20) sarà protagonista di un’intervista senza rete coordinata da ben tre giornalisti (in rigoroso ordine alfabetico): Pierluigi Dallapina (Gazzetta di Parma), Andrea Marsiletti (Parmadaily) e Francesco Nani (La Repubblica Parma).

“Dal 2019 l’Unione ha dovuto affrontare un’emergenza epocale dopo l’altra, tra le quali Brexit, Covid, caro energia e guerra russa, scandalo mazzette dei venduti a Qatar & Co. Fatti enormi dalla cui gestione è dipeso e dipenderà il futuro di famiglie, imprese e di quello che chiamiamo Occidente. Per moltissime persone l’Europa è una cosa lontana che decide sui motori a benzina, sulle etichette alimentari o sulle case green. E’ quello ma pure molto di più ed è utile sapere cosa sta accadendo. Ringrazio Elisabetta che ha accettato l’invito di portare la sua testimonianza direttamente dal parlamento europeo, accettando la sfida di parlare chiaro alle persone”, spiega il Sindaco Andrea Massari. Che non chiude ad altre puntate di un ciclo di #Eurotalks: “Mi piacerebbe che questo format schietto potesse proseguire. Lo dico a tutti gli eurodeputati che rappresentano Fidenza a Bruxelles, di ogni partito o idea. Dal confronto, anche duro, possono nascere solo cose buone”.

“Dal maggio 2019 è successo di tutto: la ferita della Brexit, la pandemia, la guerra, la corruzione. E l’Europa ha potuto fare solo una cosa: trasformarsi profondamente e finalmente tendere la mano ai propri cittadini”, scrive Gualmini nel suo nuovo libro.

“Le drammatiche crisi della pandemia e della guerra tra Russia e Ucraina e lo smottamento interno causato da un grave episodio di corruzione hanno dato, sia pure tra difficoltà e contraddizioni, una nuova centralità all’Unione Europea. Dopo anni in cui l’Unione è stata percepita come un organismo sovranazionale guidato da freddi burocrati, interessati soltanto a imporre misure di austerity per far quadrare i bilanci nazionali, quella che emerge dalle crisi è al contrario un’Europa completamente nuova, dove solidarietà, protezione sociale, sostenibilità ambientale sono i motivi dominanti e si è cominciato a parlare di Europa della difesa e dell’energia”.

CHI E’ L’EURODEPUTATA GUALMINI
Elisabetta Gualmini è professore ordinario di Scienza politica nell’Università di Bologna e dal 2019 Membro del Parlamento europeo. Nella scorsa legislatura è stata vice Presidente della regione Emilia-Romagna. È stata inoltre Presidente dell’Istituto Cattaneo. Ha scritto numerosi libri e saggi sulla politica e le politiche pubbliche italiane ed europee.

 

 

Casa Bambini
lodi_maggio24
SanMartino
kaleidoscopio