L’immagine di Cibus a “tutta braga” è indecente (di Andrea Marsiletti)

kaleidoscopio
Casa Bambini
lodi_maggio24
SanMartino

Mah, se a qualcuno viene voglia di fare mente locale su questa foto dell’inaugurazione di Cibus di ieri, davvero cascano le braccia.

Siamo nel 2024 e ancora scattiamo foto a “tutta braga“, tutti uomini? 

Zero donne invitate sul palco a tagliare il nastro.

Lungi da me lanciare accuse di maschilismo ad alcuno. Un paio di persone nella foto non so chi siano e i ministri li vedo dai giornali, e quindi ben mi guardo dal giudicarli, ma so per certo che Stefano Bonaccini, Andrea Massari e Michele Guerra non sono dei maschilisti e le loro innumerevoli scelte e progetti sono a lì a dimostrarlo.

Ma proprio perchè non sono dei maschilisti come hanno potuto mettersi dentro a una foto del genere?

Guerra, non fosse altro per l’attivismo forsennato dell’assessora alle pari opportunità Caterina Bonetti che definirei ossessivo se poi la realtà non mi smentisse, avrebbe dovuto sottrarsi e rispondere “No, grazie”.

 

† Sarà un maggio mariano in diretta Facebook col monastero di clausura di via Montebello a Parma (di Andrea Marsiletti)

 

E’ incomprensibile come si possano ancora scattare foto così, anche perchè solo un fesso può pensare che uno scatto così possa portare 1 euro in più nelle casse delle aziende alimentari o 1 voto in più ai politici.

Oltre a essere ripugnante, quindi, è una foto totalmente inutile. Per me controproducente per l’immagine di una Fiera che vuole porsi all’avanguardia del food, dell’economia, del turismo, dell’internazionalizzazione.

E’ l’immagine di una Parma bolsa, la stessa, pensateci, che si ritrova per autocelebrarsi al Sant’Ilario, così vecchia e proiettata su se stessa che non riesce neppure a capire che si sta facendo compatire.

 

La pietra tombale sulla celebrazione del Sant’Ilario. Le parole di speranza di Sant’Agostino illuminano il Teatro Regio (di Andrea Marsiletti)

 

L’appello finale è a Guerra che porta in sè futuro, per età, cultura e freschezza: caro sindaco, spazza via tutte queste liturgie parmigiane di sistema, stantie, frenanti, autoconservatrici e ormai insopportabili.

Basta non andarci più, non metterci più la tua faccia.

Se vuoi, se te lo lasciano fare, se sei in grado di farlo.

Andrea Marsiletti

PS: Meno male che almeno non hanno messo due bionde standiste a tenere su il filo della loro inaugurazione, sarebbe stata l’apoteosi del patetico, forse dell’orrido.

PS2: E l’uomo di colore che tiene su il filo chi è? No, dai, quello no, vi prego….

 

kaleidoscopio
Casa Bambini
SanMartino
lodi_maggio24