Nasce il Team Endurancenter Paracycling

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

31/10/2009

Dopo l’esperienza 2009 come preparatore atletico, il direttore di Endurancenter S.r.l. ed il suo staff si lanciano in prima persona nell’avventura del ciclismo paralimpico. Nasce così il Team Endurancenter Paracycling.
Il team manager sarà Daniele Zammicheli, direttore sportivo FCI di 3° livello, che vanta già notevoli esperienze in campo professionistico e dilettantistico, sia nel ciclismo maschile che in quello femminile.
Saranno 7 gli atleti che daranno vita al primo anno di attività del Team Endurancenter Paracycling (LC1 sono gli handicap minori o minimi; LC2 rappresentano gli handicappati da una sola gamba e capaci di pedalare normalmente utilizzando le loro gambe, con o senza protesi; LC3 sono gli handicappati da un arto inferiore che pedalano maggiormente con una gamba; CP2 rappresentano le paralisi cerebrali):

Alessio Borgato, bronzo ai Mondiali 2009 in linea – LC1;
Angelo Maffezzoni, campione italiano 2009 in linea – LC1;
Alessandro Colombo, campione italiano 2009 in linea e a cronometro – LC2;
Roberto Bargna – LC2;
Andrea Devicenzi – LC3;
Alessandro Grassi, campione italiano 2003 e 2006 in linea, 2007 su pista – LC3
Luciano Caironi – LC3.

I direttori sportivi del team saranno Thomas Zammicheli e Roberto Miodini, che si avvarranno delle strutture logistiche e medico-sanitarie dell’Endurancenter S.r.l. e del responsabile santitario del Centro, il Dott. Marco Poli, che sarà il medico sociale del Team.
14 appuntamenti internazionali in Spagna, Canada, Francia, Belgio, Repubblica Ceca, Irlanda, Austria, Slovacchia e Colombia (Paese che ospiterà i Campionati del Mondo 2010), già stilati nel calendario UCI, andranno a sommarsi alle competizioni italiane che vedranno protagonisti gli atleti del Team Endurancenter Paracycling.
Il team manager Daniele Zammicheli e il responsabile marketing Giuseppe Rivolta sono in queste settimane impegnati nella definizione del pool di sponsor che sosterranno il Team nelle sue attività non solo sportive, ma di impatto sociale, comunicativo e promozionale.

(nella foto: Alessandro Colombo e Daniele Zammicheli dopo i Campionati Italiani)

lodi_maggio24
kaleidoscopio
SanMartino
Casa Bambini