Operazione antidroga della Polizia col sistema predittivo X-LAW

Nella giornata di ieri è stata svolta un’altra operazione alto impatto da parte della Polizia di Stato, con l’impiego di una volante, di un’unità Cinofila di Bologna, 3 pattuglie del Reparto prevenzione Crimine di Reggio Emilia e una pattuglie della Polizia Municipale.

Visto il periodo, in considerazione dell’arrivo dell’oscurità sin dalle prime ore del pomeriggio, è stata elaborata un’attenta strategia per il contrasto al fenomeno dei furti e dei borseggi, anche e soprattutto attraverso l’uso del sistema predittivo X-LAW.

Grazie alle sempre più precise segnalazioni del sistema, le pattuglie impiegate sul territorio, passano al setaccio i luoghi indicati dal sistema, dove in una fascia orario piuttosto precisa sarà compiuto un furto in abitazione, un borseggio, ovvero una rapina.

Seguire le indicazioni X-Law è una delle strategie prioritarie per il controllo del territorio, soprattutto in un periodo dell’anno come questo in cui il sistema segnala un indice di pressione criminale più alto rispetto ad altri periodi.

La nostra presenza si è concentrata anche nei parchi cittadini, ove con l’ausiolio del cane antidroga BARAK abbiamo sequestrato 110grammi di marijuana e 1grammo di cocaina.

In uno dei luoghi segnalati da x-law per la possibile commissione di reati predatori, sono stati fermati due soggetti a bordo di un’autovettura, un italiano con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio ed un cittadino del marocco, anch’egli gravato da numerosi pregiudizi.

Quest’ultimo, a seguito degli accertamenti svolti, anche poiché residente a Reggio Emilia, è stato sottoposto alla misura di prevenzione del foglio di via da Parma con divieto di ritorno.