Pizzarotti: “L’occupazioni criminali”. Guarnieri: “Servono i fatti!”

Federico Pizzarotti

Il sindaco Federico Pizzarotti è intervento su Facebook in merito alle occupazioni abusive di case: “Ieri ho contattato personalmente la proprietaria dell’abitazione che alcuni idioti hanno tentato di occupare, esprimendole vicinanza e solidarietà. Ferma condanna per il gesto criminale. Con loro nessun dialogo aperto né ora né mai.

Altra cosa: non è più pensabile che il Comune mantenga per anni persone nei residence, pertanto il nostro programma continua. Le famiglie che vivono un’emergenza vanno certamente aiutate a trovare la propria strada, il proprio percorso di vita all’interno della società. In questo il Comune sarà presente perché non intende lasciare nessuno indietro, ma al tempo stesso pretende che le famiglie stesse si responsabilizzino e cerchino un lavoro per vivere un giorno con i propri risparmi e non tramite i soldi del Comune. Basta all’assistenzialismo fine a se stesso.

Ad oggi l’emergenza resta, qui a Parma come nel resto d’Italia, per questo mi sono già attivato per fissare un tavolo con il prefetto, al fine di trovare soluzioni che siano soddisfacenti per tutti. Politica responsabile vuol infatti dire parlare di diritti degli individui ma anche e soprattutto di doveri delle persone. Contro l’emergenza casa, nel medio e lungo periodo, può essere una soluzione la creazione di una struttura che accolga le famiglie in emergenza, in modo temporaneo e non più per un periodo di tempo lungo anni.

Infine proporrò una discussione sull’emergenza casa in sede ANCI alla prima seduta possibile. L’Italia e le istituzioni nazionali lavorino assieme ai Comuni per ridare speranza e certezza ai suoi cittadini. Il Comune di Parma c’è ed è pronto a dare il suo contributo, ma come noi continuiamo a proporre soluzioni e idee, vorrei che anche l’Italia cominciasse a parlare di idee e di soluzioni. Dobbiamo fare del nostro Paese la terra delle opportunità e non delle parole al vento”.

La consigliera comunale di Altra Politica Maria Teresa Guarnieri ha diffuso il comunicato seguente: “Le parole del Sindaco sulla situazione delle famiglie già sfrattate dai residence e di quelle che presto lo saranno e le sue proposte per affrontare l’emergenza abitativa fanno sorgere spontanea la domanda di chi abbia finora governato la città e dove sia stato in questi tre anni il nostro Sindaco.

Tre anni in cui la sua Amministrazione ha mantenuto decine di famiglie in residence a totale spese della collettività senza, a quanto pare, porsi il problema di fissare un limite temporale alla loro permanenza, o cercare di porre delle regole e di farle rispettare. Soprattutto tre anni di assoluta iniquità sociale a cui a poche famiglie e’ stato dato troppo e male e a molte altre, anch’esse in condizioni di bisogno, non sono state date risposte. Ora il Sindaco scopre che bisogna cambiare, ma deve dirlo innanzitutto a se stesso e non ad altri.

E’ evidente che bisogna trovare soluzioni che salvaguardino la dignità delle persone e soprattutto tutelino i bambini, ma è altrettanto evidente che bisogna innanzitutto ripristinare un’equità sociale, in questi anni calpestata. Questa infatti e’ un’ Amministrazione che ha oscillato tra assistenzialismo puro senza regole e tolleranza verso le occupazioni abusive .

Ora il Sindaco ha espresso parole di condanna per quanto accaduto in Borgo Fiore l’altra sera, ma con quale coerenza può farlo, se proprio la sua Amministrazione non solo ha accettato occupazioni abusive, ma ha addirittura concesso l’immobile degli ex Stimmatini a chi aveva in precedenza occupato, quando avrebbe potuto destinare lo stesso edificio a centro di accoglienza, come quello che ora dice di voler fare?

I cittadini hanno il diritto di sentirsi tutelati dalle istituzioni e il Sindaco, che è anche il primo responsabile della sicurezza, ha il dovere di garantire che le leggi siano rispettate, senza se e senza ma. Le parole a questo punto non servono. Servono i fatti! Maria Teresa Guarnieri (Altra Politica)”

cioccolato