Taxi, da lunedì si potranno chiedere al Comune i voucher sconto

Parte lunedì 17 luglio l’iniziativa che consentirà alle fasce deboli della popolazione cittadina di ottenere 10 voucher sconto sul servizio Taxi dell’importo di quattro euro ciascuno, con l’obiettivo di favorire la sicurezza personale e l’accesso alla vita sociale, culturale e lavorativa delle categorie beneficiarie, alla luce dei ridotti orari di esercizio del servizio di trasporto pubblico, della non capillarità dello stesso e delle difficoltà di accesso al servizio legate alle peculiarità dei beneficiari.
Le modalità operative della proposta sono state definite in sede di Commissione comunale Taxi (cui partecipano il Comune, le Associazioni di categoria dei tassisti e le associazioni dei consumatori).
Le categorie dei beneficiari sono cittadini di Parma con le seguenti peculiarità:
– persone con disabilità, riconosciuta ai sensi dell’art. 4, Legge n. 104/1992,;
– persone over 65;
– donne in gravidanza;
– donne sole con bambini e donne sole (la cui condizione concerne unicamente il momento di utilizzo del voucher e prescinde dallo stato civile e/o dalla situazione anagrafica della richiedente).
Nel caso delle donne sole, i voucher potranno essere utilizzati dalle ore 20.00 alle ore 06.00, con l’obiettivo di assicurarne la sicurezza negli orari serali-notturni, mentre per le altre categorie di beneficiari gli sconti potranno essere fruiti durante l’intera giornata.
I voucher, dell’importo di quattro euro ciascuno, potranno essere fruiti unicamente dal beneficiario, nel numero massimo di uno per corsa, per qualsiasi tipologia di percorso, purché all’interno del territorio comunale, incluse le corse aventi inizio da piazzola di sosta oppure a chiamata.
Per ciascun beneficiario potrà essere rilasciato un massimo di 10 voucher in blocchi da 5, con ritiro dell’eventuale secondo blocco previa restituzione della matrice del primo blocco utilizzato.
“Un’iniziativa interessante, avviata in collaborazione con le Associazioni di categoria dei Tassisti – sottolinea l’assessore alle Attività Produttive del Comune di Parma Cristiano Casa – che hanno reso disponibile una quota parte di quanto loro spettante per legge, a seguito della messa a bando di una licenza comunale Taxi.
Il Comune ha immediatamente recepito l’orientamento della Commissione comunale Taxi di massimizzare l’impiego delle risorse disponibili, realizzando i voucher in economia e distribuendoli direttamente presso gli Sportelli polifunzionali del Duc, anziché mediante convenzioni con altri soggetti come era stato fatto dalle precedenti amministrazioni.
Anche l’avvio in questo periodo di caldo eccessivo non è casuale – conclude l’assessore Casa – infatti appena possibile si è voluto dare inizio all’iniziativa, proprio pensando alle difficoltà particolari legate al clima in aggiunta a quelle proprie che attraversa un disabile o una mamma sola con uno o più bambini, piuttosto che un anziano o una donna sola che rientra a casa la sera tardi, al termine del lavoro o di un’uscita con amici”.
Il rilascio dei voucher avverrà presso gli Sportelli polifunzionali del Comune di Parma (largo Torello de Strada n. 11/A), con la semplice presentazione dell’autocertificazione di appartenenza ad una delle categorie di beneficiari, senza formazione di alcuna graduatoria ma solo in base all’ordine temporale di presentazione.
Tutte le info e la modulistica sono reperibili al link http://www.comune.parma.it/servizi/Servizi-sociali/Contributi-economici_A4_C17.aspx?page=2.
Operativamente, l’utilizzo dei voucher avverrà esibendoli al tassista dopo aver compilato i campi con data ed orario di utilizzo; il tassista provvederà a scalare l’importo del voucher dal corrispettivo della corsa risultante dal tassametro, rilasciando ricevuta al cliente per l’intero importo e il beneficiario pagherà solo la quota residua del costo della corsa.
I voucher non potranno essere utilizzati con i titolari delle Licenze Taxi n. 1, 14, 18, 20 e 50, i quali non hanno aderito all’iniziativa che, pertanto, non operano sconti sulle corse e i cui numeri identificativi sono appositamente evidenziati sui voucher.
L’iniziativa proseguirà anche nel 2018 qualora rimanessero voucher disponibili.