Al Rural Market di Parma la biodiversità agricola tosco-emiliana

Al Rural Market di Parma continuano gli incontri del sabato con la biodiversità agricola tosco-emiliana. L’11 novembre, dalle 10.30 alle 12.30 circa, appuntamento con Verano Bertagni, allevatore di pecore Garfagnine e Massesi nella provincia di Lucca che parlerà dei suoi ottimi e introvabili pecorini. Si prosegue con la biodiversità toscana il 18 novembre parlando dell’antica e poco conosciuta cultivar Olivastra Seggianese, caratteristica delle pendici del Monte Amiata, con Anna Netti, che ne è custode nella sua azienda agricola in provincia di Grosseto. Con queste olive si ottiene un olio dal profumo e gusto caratteristici. Il 25 novembre sarà la volta del Sangiovese in purezza del giovane Andrea Rossi che dal Chianti (SI) arriverà a Parma per presentare il suo fiaschetto insieme alla sua azienda agricola. Il primo sabato di dicembre, il 2, si parlerà ancora di vino con i fratelli Bergamaschi che, a Samboseto di Busseto, producono la famosa Fortana del Taro, antico vitigno autoctono della Bassa parmense. Infine il 16 dicembre protagonista sarà un altro giovane: Fabio Bertolucci dalla Lunigiana (MS) con la sua Marocca di Casola, un piccolo pane tradizionale prodotto con farina di castagne, grano del Miracolo e una piccola quantità di patata Quarantina. Il Rural Market è aperto dal martedì al sabato dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 17 alle 20. Chiuso la domenica e il lunedì. Tel. 0521.237485.

 Per approfondire: www.rural.it