Rainieri: No alla chiusura biglietteria della stazione di Borgotaro

“La Regione Emilia – Romagna intervenga con decisione per impedire la chiusura della biglietteria gestita dal personale nella stazione di Borgotaro”.

Questo è l’appello che il Vice Presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna ed esponente della Lega Nord, Fabio Rainieri, ha lanciato con una interrogazione alla Giunta regionale per scongiurare la chiusura della biglietteria nella stazione ferroviaria di Borgo Val di Taro”.

“A Borgotaro e alle sue montagne si sta continuando a togliere – ha proseguito il Consigliere regionale leghista – Dopo la chiusura del punto nascite all’Ospedale Santa Maria era stato promesso proprio dal Presidente Bonaccini e dai suoi assessori regionali l’inversione di tendenza. Invece, a distanza di due mesi, siamo qui a parlare di un altro servizio che si vuole far cessare. E anche se sembra che una biglietteria alla fine sia solo un piccolo servizio, in verità ha sempre la sua importanza. Infatti, come ho scritto nell’interrogazione, la stazione ferroviaria serve un ampio comprensorio territoriale montano all’interno del quale è il principale punto di riferimento per i trasporti ferroviari.

Proprio per questa sua rilevanza sul territorio di riferimento è importante che in essa siano attivi più servizi possibili per i passeggeri compreso quello di biglietteria gestita da personale. Essa serve, non solo per vendere i titoli di viaggio ma come punto informativo specie per la clientela scarsamente informatizzata. Spero pertanto che la giunta regionale faccia proprie queste considerazioni e si attivi perché la biglietteria gestita dal personale continui ad essere funzionante”.

cm2000_17