Pescara – Parma 1-4. D’Aversa: “Noi bravissimi”

Pescara-Parma 1-4

Marcatori: 10′ Calaiò, 69′ Ceravolo, 72′ Gagliolo, 79′ Bunino, 83′ Scavone

PESCARA CALCIO 1936: Fiorillo (V.Cap.), Crescenzi, Mancuso, Yamga (69′ Capone), Falco (60′ Bunino), Coda, Valzania, Brugman (Cap.), Pettinari (88′ Cappelluzzo), Perrotta, Mazzotta.

A disposizione: Savelloni, Balzano, Fornasier, Cocco, Fiammozzi, Machin, Gravillon, Carraro, Coulibaly.

All.: Epifani

PARMA CALCIO 1913: Frattali, Iacoponi, Lucarelli (Cap.)(76′ Di Cesare), Calaiò (V.Cap.)(68′ Ceravolo), Baraye, Munari, Insigne (85′ Frediani), Gazzola, Gagliolo, Scavone, Dezi.

A disposizione: Nardi, Mazzocchi, Ciciretti, Baraye, Anastasio, Barillà, Di Gaudio, Sierralta.

All.: D’Aversa

Arbitro: Sig. Lorenzo Illuzzi di Molfetta. Assistenti: Sigg. Stefano Bellutti di Trento e Francesco Fiore di Barletta. IV Uomo: Sig. Fabio Natilla di Molfetta.

Note – Calci d’angolo: 3-3. Ammoniti: Valzania (44′), Gazzola (52′), Baraye (65′), Scavone (66′), Perrotta (66′). Recupero: 1’pt, 0’st.
Al 24′ il Parma ha colpito una traversa con Lucarelli.
Prima del fischio di inizio è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Davide Astori, il Capitano dell’Acf Fiorentina prematuramente scomparso sette giorni fa.

GUARDA LE AZIONI PRINCIPALI DELLA PARTITA!


Dopo il match vinto dal Parma sul Pescara per 1-4, Mister Roberto D’Aversa ha commentato così la gara nella sala stampa dello stadio “Adriatico-Cornacchia”.

“La cosa più importante era dare seguito alla prestazione di Salerno, ma non era scontato dopo essere rimasti fermi un turno, devo dire che i ragazzi sono stati bravissimi a interpretare la partita. Sotto l’aspetto tattico non avevamo certezze su come avrebbero giocato i nostri avversari, ma quando una squadra è matura, al di là di come possono giocare gli avversari, sa che la differenza la fa l’interpretazione della partita. E oggi i ragazzi hanno fatto in maniera eccellente sia dal punto di vista del gioco che delle diverse occasioni da concretizzare”.

“Il Pescara? Quando non vengono i risultati viene meno anche l’autostima, ma quel che mi interessa è pensare a casa mia: rispetto a Salerno abbiamo migliorato degli aspetti, come il concretizzare le occasioni e la gestione del pallone, che abbiamo fatto in maniera egregia oggi“.

“Baraye? Quel che dico sempre da quando sono qui è di valutare quel che si fa negli allenamenti, Baraye ha dato una grande risposta, l’ho visto bene negli allenamenti e lo ha confermato oggi che meritava di giocare. Si è visto un Parma cinico? Siamo stati bravi a sfruttare le circostanze: un difetto che ci siamo portati avanti per alcune partite, oggi lo abbiamo migliorato. Era importante dare continuità alle ultime prestazioni, non era semplice ma la miglior medicina è la vittoria: quando si vince così si lavora in maniera più serena“.