Via Emilia Sant’Ilario, Rainieri: “Interventi urgenti, ma indispensabile la via Emilia bis”

“Il tratto di via Emilia tra Sant’Ilario e Parma è troppo pericoloso, ci vogliono interventi urgenti per garantire maggiore sicurezza”. È quanto ha dichiarato il Vice Presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna ed esponente della Lega, Fabio Rainieri, spiegando i motivi dell’interrogazione che ha presentato in Regione dopo l’ennesimo incidente che è avvenuto su quel tratto della SS9.

“Da tempo e peraltro anche recentemente si parla di dare soluzioni definitive per alleggerire il traffico in quel percorso stradale quali la realizzazione in parallelo della via Emilia bis oppure della circonvallazione di San Prospero ma poi non parte mai nulla – ha proseguito il consigliere regionale leghista – Addirittura sono stati fatti progetti di massima che per rimpalli e tentennamenti politici non si è portati avanti. L’amministrazione di Pizzarotti che è come al solito campione di contraddizioni, nel 2013 cominciò con il boicottare qualunque nuova arteria stradale perché inquinante, compresa la via Emilia bis di cui comunque aveva in mano la consulenza per la progettazione, per poi cambiare opinione rispetto all’ambientalismo estremo e riprendere l’idea della tangenzialina di San Prospero. Anche 2 mesi fa in occasione dell’anniversario per i 2200 anni della via Emilia in tanti hanno ribadito come sia indispensabile un tratto di strada ad alto scorrimento parallelo. Ho quindi anche chiesto alla Regione come valuta gli interventi tra loro alternativi della via Emilia bis e della circonvallazione di San Prospero, quali soluzioni definitive per l’alleggerimento del traffico e quali tempi ritiene possa avere la realizzazione di uno di essi”.