Matteo Salvini dominatore assoluto del web: la sua pagina Facebook è la più seguita al mondo

Matteo Salvini è una star internazionale su Facebook, tra le più luminose a livello mondiale. Forse la più luminosa in assoluto a giudicare dalle interazioni che genera la sua pagina Facebook.

Facebook definisce e calcola le interazioni come “il numero delle volte in cui le persone hanno interagito con i tuoi post mediante ‘mi piace’, commenti, condivisioni e molto altro”. Le interazioni sono il parametro più significativo per giudicare la potenza di una pagina Facebook (perchè collegato alla copertura e alla viralità dei post, ovvero all’effetto moltiplicatore della diffusione), ben più del numero assoluto dei “mi piace”, che è sterile perchè per la stragrande maggioranza composto da utenti ai quali l’algoritmo di Facebook neppure fa visualizzare i post della pagina perchè da tempo non interagiscono con essa.

Se fino a qualche tempo fa si riteneva che in Italia fossero i grillini a farla da padrone sul web, oggi si può dire senza timore di smentita che il dominatore incontrastato della Rete è Matteo Salvini. A fare la differenza sono le modalità di comunicazione, i contenuti, la popolarità, il consenso, la costanza, lo staff.

E’ lo stesso Facebook a fornire i numeri oggettivi, consultabili da chiunque.

In data mercoledì 11 luglio ore 18 la pagina Facebook di Salvini ha 2,6 milioni di interazioni alla settimana! (nella settimana della polemica sul mancato sbarco dell’Aquarius aveva raggiunto i 4 milioni di interazioni!). Un numero incredibile!

A livello italiano l’unico che riesce a starci un po’ dietro è Luigi Di Maio con 1/3 delle interazioni di Salvini (786.000). Giorgia Meloni ne ha 450.000, Di Battista 159.00, Matteo Renzi 124.000, Beppe Grillo 64.000, Giuseppe Conte 15.800. Il confronto con i leader del centrosinistra è impietoso: il segretario del Pd Maurizio Martina è fermo a 6.600, Paolo Gentiloni a 1.100.

La pagina di Salvini è quasi tre volte superiore della somma di quelle dei principali quotidiani nazionali: le pagine Facebook di Repubblica, Corriere della Sera, La Stampa, il Sole 24 Ore, il Fatto Quotidiano, il Messaggero, L’Espresso, Panorama e l’Avvenire tutte assieme generano 1,1 milioni di interazioni… un dato che la dice lunga su come sta cambiando il mondo dell’informazione.

Salvini primeggia senza pari sugli altri leader politici europei, staccando nettamente addirittura il presidente americano Donald Trump (1,5 milioni)! Non c’è partita: la francese Marine Le Pen è 90.000, la premier inglese Theresa May 60.000, il leader austriaco Sabastian Kurz 51.000, il capo dell’Ungheria Viktor Orban 33.000, il premier greco Alexis Tsipras 20.000, il premier spagnolo Sanchez 17.000, la cancelliera tedesca Angela Merkel 14.000.

Ma Salvini domina anche fuori dal contesto politico (dati del 12 luglio 2018 ore 13). Abbiamo confrontato le sue interazioni con quelle delle pagine con più like al mondo (leggi classifica like): più del doppio di Cristiano Ronaldo (1,1 milione) e della squadra di calcio del Barcellona (1,2 milioni), inarrivabile per la pagina ufficiale di Youtube (10.200), per le popstar Shakira (313.000), Eminem (46.000), Lady Gaga (49.000), U2 1(18.600), Rolling Stones (67.000), Madonna (61.000), Vasco Rossi (40.000). Il più grande cestista NBA, Le Bron James, è a 69.000,  Papa Francesco a 11.000.

La pagina di Matteo Salvini, per lo più letta solo da italiani, è la più seguita al mondo? Potrebbe essere.

Sicuramente è lo strumento di comunicazione elettoralmente più efficace oggi in Italia.

Andrea Marsiletti