Stradario parmigiano a vignette

E’ stato presentato il primo di tre volumi dello “Stradario parmigiano a vignette” di Michele Belmessieri.

“Abbiamo accolto con molto piacere la proposta di patrocinare questo progetto perché porterà ad avere, nel 2020 con l’ultimo volume, una mappatura delle vie più significative della nostra città arricchita e impreziosita dalla storia dei protagonisti a cui queste sono dedicate.

Un viaggio nella storia di Parma attraverso il racconto della vita di personaggi noti come Savani primo Sindaco di Parma e Fra Salimbene fino ad arrivare al ciabattino-indovino Asdente. Con questi volumi ripercorriamo e ricordiamo personalità che sono state onorate dalla città con la dedica di una via o di un luogo per non dimenticale” ha commentato il vicesindaco Marco Bosi.

L’autore Michele Belmessieri storico dell’arte e disegnatore dilettante, nel raccontare il suo lavoro ha sottolineato quanto la toponomastica sia una cosa seria “l’intento di questi volumi è quello di lasciare un messaggio molto importante alla città: conoscere e approfondire, col sorriso, la storia e le vicende di chi è stato onorato dalla toponomastica contribuisce a far riemergere il sistema di valori su cui la nostra città si è fondata. Le denominazioni di vie e strade ricostruiscono non solo gli episodi, ma anche gli ideali della comunità alla quale appartengono. Ho quindi utilizzato uno strumento grafico buffo e leggero per tentare di ri-conoscere la nostra Parma”.

Il primo volume dello “Stradario” presenterà 120 personaggi, in attesa di due pubblicazioni successive che porteranno a un elenco di 365 personaggi e luoghi della nostra città raggruppati per quartieri e introdotti da mappe. Diventerà quindi una piccola enciclopedia dei volti delle nostre strade con l’uscita dell’ultima parte, non a caso, in occasione di Parma 2020. In appendice al primo volume ci sarà un approfondimento, a cura dell’Associazione L’ABC, sulle “macchiette” di Parma che scherzosamente nei disegni fanno capolino alle spalle di personaggi forse più noti della nostra storia.

Per finanziare il progetto è stata aperta una campagna di raccolta fondi sulla piattaforma Kickstarted

https://www.kickstarter.com/projects/1627968911/lo-stradario-parmigiano-a-vignette-0 definendo il traguardo a 1300 euro pari a 250 copie. La raccolta fondi è iniziata e darà aperta fino primo di ottobre. Nel caso in cui si raccogliesse una cifra più alta aumenterà la tiratura e, una volta coperti i costi, l’intero ricavato della vendita sarà destinato alla Fondazione Matteo bagnaresi Onlus www.fondazionematteobagnaresi.it.

Nel 2015 Michele Belmessieri realizzò “La Storia del Parma a Vignette”, sempre con il patrocinio del Comune di Parma e l’introduzione di Alessandro Lucarelli. Anche in quel caso il ricavato dell’iniziativa andò alla fondazione che porta il nome del tifoso crociato della cui scomparsa quest’anno cade il decennale.