Ponte sul Po Colorno – Casalmaggiore, risultata prima un’associazione di imprese di Parma

E’ l’associazione temporanea di imprese Primo Micheli Officine meccaniche srl – Coimpa Consorzio Stabile Imprese associate di Parma ad essere risultata prima nella graduatoria per l’aggiudicazione dei lavori sul ponte del Po di Colorno – Casalmaggiore.

Stamattina, nella sede della Provincia di Parma, alla presenza di un folto pubblico, sono state aperte le buste con le offerte economiche, dopo che nei giorni scorsi la Commissione aveva già esaminato le offerte tecniche.
I numeri sono stati inseriti in tempo reale nel programma informatico, e gli esiti sono stati via via proiettati su un grande schermo, alla vista di tutti i presenti.
L’applicativo informatico ha calcolato in automatico i risultati finali.

Al primo posto è risultata l’Ati Primo Micheli Officine meccaniche srl – Coimpa Consorzio Stabile Imprese associate con 90,96 punti; al secondo posto la Preve Costruzioni spa di Roccavione (Cuneo) con 90,76 punti; al terzo posto la Paolo Beltrami Spa di Paderno Ponchielli (Cremona) con 81,72 punti; a seguire l’Ati Lietti srl di Bregnano (Como) – Engeco srl di Milano con 79,73 punti, infine la Ati Edilmecos srl di Vinovo (Torino) – L&C Lavori e costruzioni di Alcamo (Trapani) – Edil 2000 di Martirano Lombardo (Catanzaro) con 73,18 punti.

Si è verificato che l’offerta di Micheli – Coimpa non presenta anomalie; domani la Provincia completerà la pratica con l’aggiudicazione provvisoria. Occorrerà poi aspettare i 35 giorni previsti dalla legge per eventuali ricorsi.

“Dopo l’aggiudicazione definitiva contiamo di rendere subito operativo il cantiere, visto che abbiamo già stipulato gli accordi con i proprietari dei terreni su cui si dovranno svolgere i lavori – afferma il dott. Annoni, Dirigente del Servizio Viabilità della Provincia di Parma e presidente della Commissione di gara – Il bando privilegiava il contenimento dei tempi dell’intervento, le sue modalità tecniche e l’organizzazione delle imprese, elementi che hanno pesato per l’80%, mentre l’offerta economica ha pesato per il 20%.”

Gianpaolo Serpagli, Delegato alla Viabilità della Provincia di Parma, esprime soddisfazione per la conclusione della gara: ”Stiamo procedendo celermente su tutti i fronti, compatibilmente con la normativa – afferma – Una volta consegnati i lavori, ci vorranno 150 giorni per la loro esecuzione, grazie alla premialità data dal bando alla riduzione dei tempi. Quindi entro la primavera 2019 l’intervento dovrebbe essere concluso, in anticipo di tre mesi sul calendario iniziale.”