Sicurezza, Rainieri: “Comune diminuisce i presidi di PM e non vuole i militari”

“Il problema della sicurezza a Parma non è soltanto che mancano gli uomini e i mezzi per garantirla ma è l’amministrazione comunale di Pizzarotti che non fa nulla per risolvere questo problema”. Con queste parole, il Vice Presidente dell’Assemblea legislativa dell’Emilia-Romagna ed esponente della Lega Nord, Fabio Rainieri, ha commentato il bilancio dell’attività della Polizia municipale di Parma diramato dall’Assessore comunale alla sicurezza Cristiano Casa e dai dirigenti dello stesso corpo.

“L’Assessore Casa cerca di liquidare il problema dell’allarme sicurezza in città per cui non riesce a trovare soluzione con il solito piagnisteo verso il Governo centrale perché non consente di fare assunzioni – ha quindi proseguito il Consigliere regionale leghista – Il Governo ha certo le sue colpe perché negli ultimi 6 anni a livello nazionale sulla sicurezza si è solo vergognosamente tagliato e ora che si parla di assunzioni di statali non c’è ancora traccia di voler aiutare i comuni ad assumere più agenti polizia municipale. Però il Comune di Parma ha, se è possibile, ancora più colpe. Come spiegano infatti Pizzarotti e Casa, che ora tanto vantano i servizi a piedi della polizia municipale come presidio per una maggiore sicurezza, che tali servizi nel 2017 diminuiranno perché gli hanno ridotto l’orario di lavoro lasciandogli lo stesso stipendio? Questa domanda l’ho fatta anche recentemente con un’interrogazione alla Giunta regionale che, visto che il Presidente Bonaccini e il PD vanno sempre politicamente a braccetto con Pizzarotti, non mi ha risposto. Nella risposta ufficiale, infatti, mi hanno solo ricordato l’impegno della Regione Emilia-Romagna sulla sicurezza, comunque assolutamente insufficiente a mio parere e a conti fatti, e le problematiche legate alle assunzioni nelle amministrazioni pubbliche per i tagli fatti dai vari governi, tutti comunque sostenuti dal PD”.

“Tornando all’ipocrisia di Pizzarotti e compagnia, non si può dimenticare che fanno tanti pianti per il poco personale sulla sicurezza e poi non vogliono i militari sulle strade per aiutare a fermare i criminali – ha quindi concluso Rainieri – Continuerò a ripeterlo fino allo sfinimento: i soldati sulle strade sono più utili che fermi in caserma e, dati alla mano, l’operazione strade sicure ha sempre dato ottimi risultati facendo diminuire dove è stata attuata i reati commessi. E la Regione Emilia-Romagna e il PD regionale cosa dicono? Anche qui sono con Pizzarotti: “I militari sulle strade non servono” E intanto, come dice anche la cronaca di oggi, rom e clandestini spadroneggiano nell’illegalità”.