Morrone e Vinci: “No a emendamento strumentale che vuole posticipare le  elezioni”

 “Respingiamo senza appello l’emendamento presentato dal Pd per posticipare surrettiziamente la data delle prossime elezioni regionali in Emilia Romagna. E’ evidente l’obiettivo strumentale di far slittare il voto popolare di fronte a un’emorragia di voti senza precedenti per il Pd, ormai in una fase di palese disgregazione”.

Lo dichiarano i deputati Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna, e Gianluca Vinci, segretario della Lega Emilia.

“Il voto, secondo il disegno sotteso dall’emendamento, sarebbe rimandato addirittura di 66 giorni dopo il compimento del quinquennio della legislatura, invece che essere previsto alla scadenza naturale, secondo quanto stabilisce la legge elettorale regionale vigente. Insomma, è chiaro il tentativo di rimandare il più possibile l’esito delle urne nella speranza che accada un miracolo. Non c’è dubbio che la Lega contrasterà in tutte le sedi questo tentativo di stravolgere la scadenza dell’attuale legislatura”.