Inaugurato il nuovo Punto di Comunità Cittadella

E’ stato inaugurato, questa mattina, il nuovo Punto di Comunità Cittadella, nell’ambito del progetto Parma Welfare. La rete dei Punti di Comunità a Parma coinvolge 80 volontari, ne sono stati inaugurati sette, e sarà completata a breve con l’apertura del Punto di Comunità all’interno dell’Ospedale Maggiore.

Volontari e partner del progetto Parma Welfare hanno tagliato il nastro del Punto di Comunità Cittadella, ora attivo all’interno del Centro Civico Bizzozero, ogni lunedì dalle 16,30 alle 18,30 e mercoledì dalle 9,30 alle 11,30. In uno spazio aperto e accogliente, i volontari si preparano a mettere in relazione le tante energie e risorse del territorio con i bisogni più diversi. Per ogni abitante del quartiere, rivolgersi al Punto Cittadella sarà un po’ come bussare alla porta di un vicino di casa: la risposta avrà sempre l’informalità e la concretezza tipiche del volontariato. E’ difficile esaurire l’elenco di cosa si può chiedere in via Bizzozero 19/a. I volontari sono pronti per fare compagnia alle persone più sole, spesa agli anziani o agli ammalati, ad aiutare a compilare un modulo più complicato degli altri, a proporre laboratori creativi per gli adulti, camminate, incontri sulla salute e ginnastica dolce nel parco. Questo e tanto altro, con un unico filo rosso: l’intento di tessere quella rete sociale che sostiene e accompagna le persone e crea il senso di comunità.

Il Punto Cittadella, come gli altri, non aggiungerà un servizio nuovo ma connetterà e valorizzerà ciò che già c’è, e in via Bizzozero sono tante associazioni e le esperienze già attive. Una sinergia che potrà coinvolgere la biblioteca Cittadella solidale, gli orti sociali, la scuola, il parco, con tante idee che già aspettano.

All’inaugurazione erano presenti tutti coloro che sostengono questo progetto: Fondazione Cariparma, Comune di Parma, Azienda Usl e Azienda Ospedaliero-Universitaria, Forum Solidarietà, Consorzio Solidarietà Sociale, CISL e UIL. Competenze e visioni diverse per un unico progetto obiettivo: creare una Comunità capace di mettere la persona al centro.

Al momento hanno partecipato Laura Rossi, assessore al welfare del Comune di Parma; Gianfranco Bertè in rappresentanza di Giuseppina Ciotti, direttore distretto AUSL Parma, e dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma; Maria Laura Bianchi, consigliere di amministrazione Fondazione Cariparma; Francesco Pagani, presidente APS Bizzozero Cittadella Solidale e Beatrice Notari, facilitatrice Punto di Comunità Cittadella

“La rete dei punti di Comunità è ormai quasi del tutto formata – ha spiegato Laura Rossi, assessore al welfare del Comune di Parma – abbiamo lavorato per creare luoghi di incontro, una rete che diventerà operativa con positive ricadute nei diversi quartieri. I Punti di Comunità non devono sostituirsi ai servizi ma hanno come obiettivo quello di essere punti di riferimento per persone fragili e vulnerabili che vivono nel quartiere”.
Maria Laura Bianchi, consigliere di amministrazione Fondazione Cariparma, ha rimarcato come: “ Fondazione Cariparma abbia sostenuto il progetto dei Punti di Comunità nell’ambito del progetto Esprit. La comunità, in questo caso, genera nuovo welfare: si è raccolta la multiprofessionalità e l’interistituzionalità per una soluzione innovativa, efficiente ed efficace ai problemi sociali presenti nei nostri territori”.
Gianfranco Bertè, in rappresentanza di Giuseppina Ciotti, direttore distretto AUSL Parma, e dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma, ha sottolineato come “Anche per le due Aziende Sanitarie di Parma il progetto dei Punti dei Comunità costituisca un tassello importante in un percorso che stra crescendo e che vede già ampi spazi di collaborazione e ulteriori possibilità di sviluppo capaci di garantire quel “di più” di attenzioni e relazioni che solo un progetto come questo può offrire nei quartieri”.

Francesco Pagani, presidente APS – Associazione di Promozione Sociale – Bizzozero Cittadella Solidale, ha parlato in merito all’attivazione del Punto di Comunità Cittadella di “un’ulteriore attività che si aggiunge a quelle che svolgiamo come associazione e che valorizza ambiti specifici legati al sociale”.

Beatrice Notari, facilitatrice Punto di Comunità Cittadella, ha ricordato come “La genesi dell’idea di Punto di Comunità sia nata grazie al coinvolgimento dei volontari del quartiere che conoscono le necessità ed i bisogni di chi lo vive ed ai quali si potrà sopperire grazie a diverse piccole azioni ed attività che verranno messe in campo nel Punto di Comunità stesso, luogo di incontro e di scambio del quartiere che interagisce con le sue diverse realtà”.

Soddisfazione è stata espressa da Cisl Parma e Piacenza: “L’apertura del nuovo punto di Comunità Cittadella rappresenta un nuovo piccolo passo per realizzare la grande idea che ci ha guidato fin qui e che è quella di riuscire a promuovere una risposta comunitaria, capace di diventare generativa alle nuove e vecchie fragilità che sono sempre più presenti e spesso nascoste nel nostro territorio. Siamo, così, tutti messi in grado di diventare maggiormente attori sociali”.

top50_dic2018