Al via il Festival Kuminda

16/10/2014
h.11.10


Un weekend in cui il tema della sovranità alimentare sarà posto al centro dell’attenzione grazie ad un fitto calendario di convegni, incontri con le scuole, animazione e intrattenimento, momenti di confronto con ospiti internazionali e produttori del Sud del mondo;tutto questo è Kuminda dal 16 al 19 ottobre nei Voltoni del Guazzatoio, Pilotta. Punto forte del programma sono le iniziative intorno ai tre assi tematici dell’annualità 2014:
– Sprechi alimentari
– Agricoltura familiare
– Cooperazione e migranti
Venerdì 17 ottobre alle 11.30 ci sarà l’inaugurazione della mostra del fotografo californiano Gregg Segal, 7 Days of Garbage, immagini che colpiscono l’occhio dell’osservatore e fanno riflettere sugli eccessi del nostro modo di vivere. Alle 15 si svolgerà il seminario, “Cibo intorno al mondo”, una bella occasione per pensare al significato del cibo per tutti mettendo insieme vari punti di vista differenti. Alle 18.30 ci sarà “Guide viventi per viaggi senza precedenti; in Marocco, in Burkina Faso e col turismo responsabile” si tratta di un incontro – aperitivo in cui gli ospiti internazionali di Kuminda ci sveleranno alcuni segreti relativi ai propri paesi che non si trovano nelle classiche guide di viaggio.
Sabato 18 ottobre alle 9.30 si svolgerà il seminario “Liberi semi Libera terra”, un momento di approfondimento rispetto alla centralità della questione della proprietà dei semi nella costruzione della sovranità alimentare dei territori. Alle 15 incontreremo varie esperienze di imprenditorialità migranti sostenibili con l’incontro “Cose dell’altro mondo”. Alle 18.30 Elisabetta Tola, giornalista scientifica formica blu e conduttrice di Radio3Scienza presenterà frammenti del webdoc “SEEDversity – Un viaggio all’origine dei grani e dei semi”. Alle 21.30 “Bambado. Racconti attorno al fuoco. Storie, CANTI e MUSICHE dall’Africa all’Italia”; una serata che richiamerà il mondo dei racconti e delle ritualità dei popoli tribali con Antonio AMadei (violoncello), Francesca De Angelis (voce recitante), Umberto Fabi (voce recitante), Enrico Fava (tastiere), Guido Maria Grillo (canto) e Francesco Pelosi (canto).
Domenica 19 ottobre alle 10 Kuminda fa tappa al Museo Guatelli per far conoscere agli ospiti internazionali e a coloro che si iscriveranno, la cultura contadina del territorio emiliano. Alle 16 si ritorna in Pilotta con “Il tè delle signore”, tra sorsi di tè, racconti e un Andrea Carri al pianoforte come sottofondo, ci scambieremo storie provenienti da luoghi lontani e vicini. Mentre i genitori sorseggiano il tè, i loro bambini potranno assistere allo spettacolo teatrale “Heina e il Ghul” con un cuoco che cerca di raccontare un’antica fiaba araba…con gli ingredienti del cous cous.
Obiettivo di Kuminda, attraverso questa molteplicità di proposte, è quello portare la nostra città a riflettere sul rapporto tra la quotidianità locale e le questioni globali. Tutti noi sprechiamo, scegliamo prodotti che possono favorire un modello economico rispetto ad un altro, facciamo la spesa; il cambiamento inizia nelle nostre case e nelle nostre piazze. Kuminda vuole far riflettere chi agisce in modo che tenga conto delle conseguenze delle sue scelte e dei suoi comportamenti.