Ambra (Uil FPL): “L’Azienda Ospedaliera di Parma non paga gli straordinari ai dipendenti, la tragica fine degli eroi”

Lombatti
valparmahospital

Forti son le preoccupazioni espresse dal Segretario Provinciale della UIL-FPL di Parma circa i recenti sviluppi che stanno coinvolgendo la gran parte del personale sanitario e tecnico dell’Azienda Ospedaliera di Parma. Difatti molti dipendenti si ritrovano non pagati in busta paga i propri straordinari: “Infermieri, tecnici di laboratorio, tecnici di radiologia, operatori socio sanitari ed altre figure tecniche, dopo aver risposto con grande senso del dovere alle carenze organiche aziendali, si trovano a fare i conti con straordinari non pagati, non vedendo riconosciuta la loro disponibilità, mi rende furioso…”, così dichiara il segretario Ambra Biagio.

L’azienda presenta un debito enorme sul fondo dedicato alla copertura degli straordinari, al quale non ha saputo dare ancora soluzioni soddisfacenti e si nasconde dietro il raggiungimento del tetto massimo previsto per gli straordinari. “Tutti sanno che l’emergenza pandemica ha portato ad un complessivo ricorso sistematico all’istituto delle pronte disponibilità e degli straordinari per tutto il biennio 2021-2022”, continua il segretario della UIL-FPL, “invece di non pagare, l’Azienda Ospedaliera di Parma ci spieghi come mai le politiche di assunzioni straordinarie abbiano funzionato in tutti i territori della regione tranne che a Parma”.   

Si descrive, dunque, un quadro di grande precarietà che in questi giorni sta facendo montare la rabbia tra il personale, da qui le preoccupazioni della UIL-FPL che nelle parole del proprio segretario ribadisce: “Noi troviamo irrispettoso è poco corretto chiamare gli operatori in servizio in straordinario per poi non pagarli. Pretendiamo che i vertici massimi dell’Azienda Ospedaliera di Parma rendano noto quale sia il programma di integrazione organica nel medio termine e quali siano le soluzioni per compensare il debito sul fondo dedicato agli straordinari. Su questo non faremo sconti a nessuno.”

Il Segretario Generale Uil FPL

Biagio Ambra

valparmahospital