APE Parma Museo: Isotta Piazza dialoga con Antonio Riccardi su poesia, scienza e lavoro

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

“Che fai tu, luna, in ciel? Dimmi, che fai, / Silenziosa luna?” Ma sarà questa luna la stessa ch’era stata “sorella” di San Francesco e testimone petrarchesca degli affanni dell’uomo, dopo che Galileo ne ebbe vista e divulgata la rugosa superficie che con tanta evidenza l’apparentava al corruttibile mondo terrestre?

Se la natura delle cose da sempre è oggetto della poesia, la modernità dell’industria e del lavoro, come anche della tecnica e della scienza, sono divenute, soprattutto nell’ultimo secolo e mezzo, anch’esse oggetto e contesto della letteratura: di questo parlerà Isotta Piazza, docente di Letteratura Italiana Contemporanea dell’Università di Parma, con Antonio Riccardi, poeta di origini parmigiane ma cresciuto a Sesto San Giovanni, nell’incontro intitolato “Con la sirena saliva al mattino / la città dell’acciaio” in programma sabato 13 maggio alle 17 all’APE Parma Museo (Strada Farini 32/a), il centro culturale ed espositivo di Fondazione Monteparma.

L’appuntamento, che fa parte della rassegna LIBERaVOCE – Festa della Lettura ad alta voce, organizzata dall’Assessorato alla Cultura insieme alle Biblioteche del Comune di Parma con la collaborazione delle realtà aderenti al “Patto di Parma per la Lettura”, è promosso dall’Associazione Amici della Biblioteca San Leonardo col sostegno di Fondazione Monteparma per discutere di come i temi della modernità, della scienza e del lavoro siano stati affrontati in letteratura, con l’idea di far crescere questa riflessione in un progetto stabile di ricerca aperto ad un pubblico anche di non specialisti.

† L’Ascensione in cielo di Gesù non è uno show, preannuncia la nostra comunione con Dio alla fine dei tempi (di Andrea Marsiletti)

Antonio Riccardi, dirigente editoriale prima presso Mondadori ed oggi presso SEM, è autore di numerosi testi poetici: Il profitto domestico, Milano, Mondadori, 1996; Gli impianti del dovere e della guerra, Milano, Garzanti, 2004; Argonauta con sirena, Milano, Quaderni di Orfeo, 2007; Aquarama e altre poesie d’amore, Milano, Garzanti, 2009; Tormenti della cattività, Milano, Garzanti, 2018; raccolti poi in Poesie 1987-2022, prefazione di Roberto Galaverni, Milano, Garzanti, 2022.

Isotta Piazza è autrice di numerosi studi sulla letteratura italiana: I personaggi lettori nell’opera di Italo Calvino, Milano, Unicopli, 2009; “Buoni libri per tutti”. L’editoria cattolica e l’evoluzione dei generi letterari nel secondo Ottocento, Milano, Unicopli, 2009; L’ultimo Rebora e il suo editore, Milano, Unicopli, 2013; Lo spazio mediale. Generi narrativi tra creatività letteraria e progettazione editoriale: il caso Verga, Firenze, Cesati, 2018; Spazio mediale e morfologia della narrazione, Firenze, Cesati, 2019 (insieme a Sara Martin); Dentro e fuori il testo. Dalla editoria alla filologia, saggi critici di Alberto Cadioli, Milano, Ledizioni, 2022 (insieme a Virna Brigatti); «Canonici si diventa». Mediazione editoriale e canonizzazione nel e del Novecento, Palermo, Palumbo, 2022.

L’incontro è a ingresso libero: è consigliata la prenotazione al tel. 0521 203413 oppure via e-mail: info@fondazionemonteparma.it

kaleidoscopio
SanMartino
lodi_maggio24
Casa Bambini