“Banksy. Building castles in the sky” in mostra a Palazzo Tarasconi

cof

Banksy. Building castles in the sky

a cura di Stefano Antonelli, Gianluca Marziani, Acoris Andipa, Marzio Dall’Acqua
con la partecipazione di Vittorio Sgarbi
sotto la supervisione di Augusto Agosta Tota 

Palazzo Tarasconi – Parma
18 settembre 2021 – 16 gennaio 2022 

Evento di punta di Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21, arriva a Palazzo Tarasconi, dal 18 settembre 2021, la mostra BANKSY Building Castles in the Sky, a cura di Stefano Antonelli, Gianluca Marziani, Acoris Andipa e Marzio Dall’Acqua, prodotta e organizzata da Fondazione Archivio Antonio Ligabue di Parma e Associazione MetaMorfosi, in collaborazione con Comune di Parma, con la partecipazione di Vittorio Sgarbi e sotto la supervisione di Augusto Agosta Tota, con il patrocinio di Regione Emilia-Romagna, Comune e Provincia di Parma, Parma Capitale della Cultura Italiana 2020+21 e partner principale Fidenza Village.

L’esposizione porta a Palazzo Tarasconi il più misterioso e inseguito artista vivente, considerato uno dei maggiori esponenti della Street Art mondiale. La mostra, che rimarrà aperta al pubblico fino al 16 gennaio 2022, si compone di oltre 100 opere, tra cui alcuni dipinti, le più importanti serigrafie e numerosi stencil. Da Dismaland print a Love Is In The Air, da Barcode a Monkey Queen, da Girl with Balloon a Mickey Snake, il pubblico potrà ammirare le opere più iconiche, alcuni oggetti installativi e una selezione di memorabilia in un lungo viaggio attraverso la rivoluzionaria poetica del writer inglese senza identità.

La mostra sarà caratterizzata da un forte coinvolgimento della città di Parma e di Fidenza Village, partner principale di BANKSY Building Castles in the Sky.

Around Banksy raccoglierà numerose attività collaterali legate all mondo della street art in una Parma che per tradizione culturale è legata al graffitismo della prima fase storica, grazie alla critica d’arte parmigiana Francesca Alinovi (1948-1983) che per prima intuì la fenomenologia del writing e le sue tendenze embrionali.
Fidenza Village invece presenta The Art Street, trasformandosi in un grande museo a cielo aperto con un percorso infografico sulla figura di Banksy, curata da Stefano Antonelli e Gianluca Marziani, complementare all’esposizione di Palazzo Tarasconi e le sorprendenti opere di un collettivo di street artist, affermati ed emergenti.

Sono sei gli artisti coinvolti, tra cui Camille Walala, Peeta e Luca Barcellona, che popoleranno il Villaggio e i suoi edifici con installazioni, murales e performance live, reinterpretando i valori della street art cari a Fidenza Village, con le loro visioni positive sul presente. In programma, anche un contest Instagram aperto a tutti i creativi del mondo.

L’artista conosciuto come Banksy non è in alcun modo coinvolto in questa mostra. Il materiale per questa esposizione proviene interamente da collezioni private. Per quanto riguarda l’artista, il suo ufficio è stato informato.