Ex Anagrafe, “l’orrore dell’Oltretorrente”

steam1121

30/03/2012
h.17.30

C’era una volta Parma.
C’era una volta una città dove il gusto del bello e della storia era un tutt’uno con il DNA dei cittadini.
Si fa un gran parlare in questa campagna elettorale delle grandi opere delle Giunte Ubaldi e Vignali e dell’immobilismo dell’ultima esperienza del centro sinistra.
Forse saremo rimasti tra i pochi nostalgici ma pensiamo che lo scorcio del lungo parma sia uno dei più belli d’italia, paragonabili forse a quelli di Firenze e Verona.
Non ce ne vogliamo gli architetti ma dopo aver visto il rendering dei nuovi edifici che sorgeranno nell’area dell’ex anagrafe, edifici alti 14 metri di 3 piani con attico non possiamo che parlare dell’ennesimo scempio paesaggistico di Parma, ancora peggiore perchè perpetuato ai danni del Centro Storico.
Ennesimo perchè già ora è sufficiente fermarsi sul lungoparma all’altezza della Nuova Ghiaia e osservare gli edifici storici che si affacciano sull’ex parcheggio dall’altra parte del torrente su cui dovrebbero sorgere i nuovi palazzi. In quella zona, per rispetto dell’armonia architettonica degli edifici esistenti, non si dovrebbe costruire nulla.
Ma nulla, in questa città, si impara dagli errori.
Eppure la copertura di Piazza Ghiaia già impedisce la visuale degli edifici storici che si affacciano sulla stessa piazza.
Ci domandiamo come sia possibile che la sopraintendenza possa permettere la costruzione di questa ennesima calata di cemento e vetro che ha come unico scopo quello di sfruttare al massimo lo spazio per massimizzare i guadagni, rovinando per sempre il più famoso scorcio di Parma.
Direte, l’hanno già fatto con il Ponte Nord, ma questo è molto peggio, uno scempio nel bel mezzo della parte storica della città, una vera e proprio ferita e non bastano certo le immagini di rendering con gli edifici coperti di rampicanti verdi per nasconderlo.
Quando parliamo di democrazia partecipata, esiste anche la programmazione urbanistica partecipata, se i cittadini avessero visto queste immagini cosa avrebbero detto, avrebbero approvato questo progetto?
Il MoVimento 5 Stelle di Parma chiedi quindi a tutta la stampa della città di pubblicarne le foto a tutta pagina, che i cittadini giudichino con i loro occhi, l’ultima, speriamo, grande opera di trasformazione della città cratere.

Federico Pizzarotti
Candidato Sindaco MoVimento 5 Stelle

___

Iscriviti alla
newsletter
di ParmaDaily!