Il gruppo PD: “Sì ai migranti nelle scuole. Sosteniamo le iniziative per costruire una migliore convivenza”

steam1121

La scuola è la prima realtà multietnica della nostra società ed in essa si attua giorno per giorno l’integrazione – che a parole tutti dicono di volere. Non si comprende quindi dove sia il problema di affiancare i “nonni vigile” con alcuni richiedenti asilo per aiutare i bambini nell’attraversamento della strada, anzi ci pare proprio che si stia trascendendo il imite. Giudichiamo viceversa un fatto positivo che insieme ai volontari dell’Auser il servizio sia svolto da persone che si prestano a fare una cosa utile per la comunità che le accoglie.

Peraltro i leghisti e le destre che oggi gridano allo scandalo, sono quelli che altre volte accusano i richiedenti asilo di non fare nulla di utile per la comunità: una bella coerenza, non c’è che dire.

Ma c’è un altro aspetto che oggi vogliamo sottolineare. Queste uscite sui richiedenti asilo da parte della Lega – per il resto praticamente assente dal dibattito in Consiglio comunale da dopo il 4 marzo – insieme alle esecrabili affermazioni sul XXV aprile di pochi giorni fa, sembrano parte di una precisa strategia mediatica che punta a costruire il consenso non tanto con azioni concrete nell’interesse della città, ma con ambiguità come quelle lette in questi giorni che non portano alcun beneficio ai cittadini.

Siamo certi però che Parma sia una città orgogliosamente solidale, capace di affrontare i propri problemi nel rispetto dei diritti di tutti e della legalità.

Come PD sosterremo le iniziative che aiutano le persone a costruire una migliore convivenza.

Il gruppo consiliare del Pd – Daria Iacopozzi, Sandro Campanini, Lorenzo Lavagetto