I giovani si incontrano

assaggiami
Lombatti

26/03/2009
h.15.00

Un’occasione per ascoltare quello che i ragazzi hanno da dire e per capire quali sono i loro bisogni, tre serate in cui 17 gruppi di adolescenti provenienti da tutto il territorio esprimono se stessi e i loro desideri attraverso la musica, il teatro, la danza, i video. È proprio partendo dalla loro creatività che i giovani si incontrano e si confrontano nel meeting provinciale “Consult…iamoci – G.i.p. Ragazzi in dialogo”, un progetto della Provincia di Parma realizzato in collaborazione con la Regione, lo Spazio Giovani dell’Ausl, l’associazione Galleria dei pensieri, a cui aderiscono 13 Comuni del territorio.
Dopo la serata d’apertura di sabato scorso a Langhirano, la rassegna entra ora nel vivo e propone altri due appuntamenti ricchi di eventi e spunti creativi: sabato 28 a Collecchio e sabato 4 a Soragna. Ne hanno parlato stamattina in un incontro in Provincia l’assessore provinciale alle Politiche sociali Tiziana Mozzoni, l’assessore alle Politiche giovanili del Comune di Soragna Alessandro Pasetti, l’assessore alla Cultura del Comune di Neviano Raffaella De Vincenzi, Massimo Zilioli dell’associazione Galleria dei pensieri, Diego Gaudenti, educatore a Tizzano, Lesignano e Langhirano, Ignazio Monreale dell’Ausl. Erano inoltre presenti alcuni dei ragazzi coinvolti accompagnati dagli educatori.
“Tutto quello che potremo vedere durante le serate è stato creato dai ragazzi: sono le loro idee e i loro prodotti artistici”, ha detto Tiziana Mozzoni, che ha aggiunto: “Il nostro ruolo come ente pubblico è quello di aiutarli nel realizzare ciò in cui credono e sostenerli come protagonisti. Noi crediamo molto nei progetti che offrono strumenti e occasioni in cui gli adolescenti possano esprimersi. In più è un’opportunità per noi amministratori di incontrare davvero il mondo giovanile e cercare di capire quali sono i loro bisogni”
Nel corso dei mesi di preparazione del progetto la Provincia, con l’associazione di promozione sociale “Galleria dei pensieri”, ha fatto numerosi incontri di accompagnamento per educatori e referenti comunali per dare un supporto tecnico e metodologico nella realizzazione degli eventi e nel rapporto con i ragazzi, che si sono messi in discussione e hanno riflettuto intorno al concetto “La mia vita, il mio mondo, il mio luogo”. Per questo i ragazzi coinvolti hanno scelto come titolo per le tre serate del meeting “Destinazione X”.
“Il tema di quest’anno è il viaggio”, ha spiegato Massimo Zilioli. “Un concetto scaturito dalle idee dei ragazzi e declinato nei suoi diversi aspetti, non solo come meta da raggiungere, ovvero dove si arriva, ma anche come ci si arriva. È sul “come” in particolare che si sono concentrati. Da mesi stiamo lavorando per arrivare all’obiettivo finale, e i risultati potranno essere apprezzati in queste serate”
L’idea alla base di “Consult…iamoci”, nata all’interno del Tavolo provinciale “Consulta dei giovani”, è quella di creare una grande vetrina che mostri, metta in rete e stimoli le attività fatte dai giovani e rivolte ai giovani stessi: un “contenitore” che offra opportunità qualificate di informazione e scambio di esperienze.
“Questo progetto riprende e amplia l’esperienza del Meeting che lo Spazio Giovani ha organizzato a partire dal ’94 all’interno dei contesti scolastici”; ha spiegato Ignazio Monreale. “Consult…iamoci riprende quel progetto e lo porta oltre i confini della scuola, dentro le comunità, coinvolgendo i momenti di aggregazione spontanea e il tempo libero dei ragazzi. È un segnale significativo che il progetto continui nel tempo e che si investano risorse in politiche sanitarie e educative che promuovono salute e benessere”.
Dopo l’edizione sperimentale dell’anno scorso, in cui quasi tutti i contributi dei gruppi erano video o musicali, quest’anno sono stati esplorati anche altri linguaggi di comunicazione, in particolare i ragazzi hanno portato in scena un musical e quattro pièce teatrali.
“Nel nostro Comune spesso accade che i giovani, finite le scuole medie e iniziate le superiori, comincino a frequentare sempre meno il paese”, ha detto Alessandro Pasetti. “Consult…iamoci è un progetto che permette di riaggregare i gruppi e nello stesso tempo farli esprimere. Un’altra particolarità di cui ci siamo accorti è che a Soragna si sono formati numerosi gruppi musicali: speriamo in questo modo di implementare queste realtà e far scoprire ai nostri giovani anche altre discipline ”.
“Assistere all’evento di apertura di sabato sera è stato davvero emozionante”, ha raccontato Raffaella De Vincenzi. “I giovani protagonisti hanno dimostrato di avere delle potenzialità, cogliendo appieno questa occasione unica. Sono ragazzi sensibili e creativi che sono riusciti a farci vivere delle emozioni, senza dimenticare il dialogo e il confronto”.
I ragazzi presenti all’incontro si sono dimostrati entusiasti dell’esperienza e hanno già chiesto di poter partecipare al meeting anche l’anno prossimo: “Prendere parte a questo progetto ci ha fatto capire che in ognuno di noi c’è qualcosa da dire – hanno commentato – e metterci in gioco è stato davvero stimolante”
Anche i ragazzi della web-television del Comune di Langhirano sono coinvolti nel progetto: loro si occuperanno di riprendere le serate e realizzeranno il montaggio del video, in modo da avere una testimonianza di questa esperienza.
Novità di quest’anno è un servizio di pulmini che metteranno in collegamento i vari comuni coinvolti, per permettere ai ragazzi di territori diversi di incontrarsi e assistere alle serate.
I prossimi incontri di “Consult… iamoci”, a ingresso libero, sono in programma sabato 28 marzo alle 20.30 al Teatro Crystal di Collecchio (via Galaverna, 36) e sabato 4 aprile alle 20.30 al Teatro Comunale di Soragna (via Garibaldi, 49).
Questi i Comuni che partecipano al progetto: Berceto, Collecchio, Colorno, Fornovo, Langhirano, Lesignano Bagni, Neviano degli Arduini, San Secondo, Solignano, Soragna, Tizzano, Traversetolo, Varano Melegari.