La Lega chiede trasparenza dopo stop al progetto di Toscani

“Da giorni chiediamo al sindaco di depennare Toscani dal programma di Parma Capitale della cultura 2020, dopo le gravissime dichiarazioni che hanno offeso la memoria delle vittime del crollo del ponte Morandi e l’offensiva pseudo lettera di scuse alla città.

Vergognosamente Pizzarotti e il Comune hanno deciso di far finta di nulla.

Ora si apprende che il primo appuntamento previsto per oggi 13 febbraio slitterà a data da destinarsi ufficialmente ‘per cambio della struttura organizzativa del progetto’. Che questa vicenda avesse aspetti oscuri lo si era capito dal lungo silenzio dell’amministrazione. Ora però è tempo di fare chiarezza. Abbiamo presentato una nuova interrogazione a sindaco e giunta per chiedere il motivo di questo improvviso stop, a chi sono intestati i contratti, chi ha deciso questo rinvio a data da destinarsi perché vogliamo trasparenza.

Vogliamo capire se ci sono problemi amministrativi o se semplicemente sindaco e Giunta hanno capito di avere sbagliato o hanno comprensibilmente paura di contestazioni.

La nostra posizione non è cambiata: Toscani non ha nulla a che fare con la Cultura che vogliamo venga rappresentata da Parma quale Capitale italiana della Cultura.”

Così i consiglieri comunali della Lega Salvini Parma