La Madonna dei parmigiani

La Madonna dei parmigiani

Tutti quanti abbiamo nel cuore la Vergine di Fontanellato
dove andiamo ad ascoltar la Messa e farci perdonare qualche peccato
è la più amata e la più venerata da tutti i parmigiani
ed è lì da tanti anni grazie alla cura dei domenicani.
Prima c’era un oratorio a San Giuseppe dedicato
che da Veronica Sanvitale fu regalato,
così i figli di San Domenico ne hanno fatto un gran santuario
edificato intorno alla Madonna del Santo Rosario.
Il primo miracolo fu la guarigione di un uomo dalla febbre maligna
e così si apprese della Vergine la sua intercessione benigna
la chiesa nel 1660 fu finalmente terminata
ma già prima dai fedeli era molto frequentata.
Ha fatto tante grazie risolvendo casi rari
e guarendo da giovane anche il Cardinal Ferrari,
dei suoi miracoli ci sono testimonianze e foto
il suo santuario ha le pareti piene di ex voto.
Vengono organizzati numerosi pellegrinaggi
da molte città e innumerevoli villaggi,
alcuni scelgono di arrivare a Fontanellato a piedi
sostenuti dalle loro fedi e dai loro credi;
aumenta sempre di più nei Suoi confronti la devozione
e andare a farLe visita è sempre una grande emozione,
i fedeli si organizzano e vanno in massa,
in questo bellissimo paese della bassa
e partecipano con attenzione al rito della celebrazione
invocando incessantemente una materna protezione.
Giovani, adulti ed anziani siedono nei banchi
e di pregare e di venerarla non sono mai stanchi,
a Lei fanno accorate e sincere promesse
mentre ai piedi dell’altare ascoltano le Sante Messe.
Siamo da Lei soprattutto nel mese di maggio
perché è il periodo in cui Le rendiamo omaggio.
In Suo onore si organizza una bella novena
per affidare a Lei ogni nostra pena,
ci invita sempre al servizio e alla preghiera
e a vivere una fede piena e sincera.
Per ogni Suo prodigio La ringraziamo
e per ogni Sua grazia tutti noi esultiamo.

Elvis e Raffaele