Le famiglie del REMS di Mezzani: “Solidarietà agli operatori”

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

Il Comitato Utenti e Familiari della provincia di Parma dell’ambito della Salute Mentale, a fronte dell’allontanamento indebito di un ospite accaduto il 22 marzo scorso presso la Residenza per l’Esecuzione delle Misure di Sicurezza (REMS) di Casale di Mezzani, desidera esprimere la propria vicinanza e solidarietà alla famiglia e agli operatori che si stanno occupando con dedizione, motivazione e professionalità di persone malate autrici di reato con alti gradi di complessità e difficoltà.

Consapevoli della gravità e della sofferenza delle persone ospiti della REMS vogliamo ribadire la convinzione della validità della presa in carico e della cura sanitaria e della necessità di sostenere con fiducia e speranza percorsi non certo facili di dolore, riparazione e reinclusione nella comunità sociale.

Siamo convinti che la “sicurezza” all’interno delle REMS debba e possa essere perseguita con approcci operativi volti al massimo miglioramento possibile dell’ospite, quindi attraverso il protagonismo della persona e la sua responsabilizzazione nel percorso di cura e di vita.

Nel ribadire che tutto questo processo debba svolgersi nella massima sicurezza possibile degli ospiti, degli operatori e di tutti i cittadini, che può derivare solo dalla cura e dalla collaborazione di tutte le agenzie sociali, sanitarie e della pubblica sicurezza.

Pur di fronte ad un episodio di violazione della norma che nelle sedi opportune verrà analizzato e definito nelle sue conseguenze, il CUF provinciale di Parma chiede con forza che vengano mantenuti e realizzati tutti i programmi di cura e abilitazione dei singoli ospiti e di aiuto alle loro famiglie, garantendo d’intesa con le Autorità preposte le uscite, i permessi, le attività di formazione, lavoro, sportive e culturali.

Una REMS con carattere chiuso e custodiale finirebbe con il venire meno al mandato di cura e riabilitazione, fondamentale per la salute delle persone e anche per la sicurezza e benessere della comunità.

Il CUF di Parma invita tutti a collaborare con la REMS, ad essere vicini agli ospiti e alle loro famiglie e ringrazia vivamente i Responsabili e tutti gli Operatori, le Forze dell’Ordine e tutti coloro che, a diverso titolo, sono impegnati in un compito così gravoso ed importante e lavorano per dare attuazione alla legge.

Infine il CUF provinciale desidera esprimere il proprio forte sostegno e la propria solidarietà all’Amministrazione Comunale e ai cittadini di Casale di Mezzani impegnati in questo compito di civile accoglienza e collaborazione con la REMS.

Il Comitato Utenti e Familiari della provincia di Parma REMS Mezzani

kaleidoscopio
lodi_maggio24
SanMartino
Casa Bambini