Mall, chiesto il rinvio a giudizio per Alinovi e i tecnici

Sul mall di Baganzola la procura è andata avanti: I pm Paola Dal Monte e Francesca Arienti hanno chiesto il rinvio a giudizio per l’assessore comunale ai Lavori pubblici e all’Urbanistica, Michele Alinovi, così come per il direttore del Settore pianificazione territoriale, Dante Bertolini, e per il suo predecessore Tiziano Di Bernardo, tutti sotto accusa per abuso d’ufficio.

Lo scrive oggi la Gazzetta di Parma.

Al centro dell’inchiesta i permessi di costruzione del centro commerciale rilasciati dal Comune. Via libera concessi nell’ottobre 2017 e nel gennaio 2018, ma in violazione, secondo la procura, del Regolamento Enac, che prevedeva l’ampliamento delle cosiddette zone di tutela attorno agli scali. Inoltre, l’assessore scrivono i pm – «già a partire dal 2016 manifestava che l’amministrazione comunale non avrebbe proceduto a revocare e/o sospendere la convenzione stipulata con la società Sviluppi immobiliari parmensi dando come esistenti i permessi di costruire rilasciati solo due anni dopo o, comunque, come venuto in essere e inviolabile il diritto per la società al rilascio dei permessi».