Ospedale Maggiore, cerca di sottrarre la figlia alle cure dei medici poi ferisce due agenti di polizia: arrestato

Nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio, un equipaggio dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico è intervenuto presso il reparto di pediatria del locale nosocomio, a seguito di segnalazione di soggetto in escandescenza.

Giunti sul posto, gli operatori identificavano il soggetto segnalato come molesto, il quale – nel tentativo di sottrarre arbitrariamente la figlia minore alle cure dei sanitari – opponeva resistenza attiva nei confronti del personale operante, rendendone necessario l’ammanettamento al fine di tutelare l’incolumità di tutti i presenti.

 

Aspettando la resurrezione di Lenin, la Pasqua bolscevica (di Andrea Marsiletti)

 

Nel tentativo di contenere ed immobilizzare l’uomo, questi ingaggiava una colluttazione con gli Agenti provocando a due di loro lesioni giudicate guaribili in 3 giorni.

Per i fatti in questione l’uomo veniva pertanto tratto in arresto per il reato di resistenza a lesioni a P.U. e denunciato a piede libero per il reato di interruzione di pubblico servizio.

Su disposizione della locale A.G., il soggetto veniva trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura in attesa del rito direttissimo, all’esito del quale, dopo la convalida dell’arresto, è stata adottata nei confronti del soggetto la misura del divieto di dimora nella provincia di Parma.

Questura di Parma

lombatti_mar24