Parma City of Gastronomy, Settembre Gastronomico: il Programma dell’ultima settimana

Lombatti

Entra nell’ultima settimana “Settembre Gastronomico”, la kermesse che celebra l’identità gastronomica di Parma Food Valley. A partire dal weekend in arrivo, tanti gli appuntamenti in programma, pensati per un vasto pubblico, a partire dai bambini. Per i più piccoli, l’appuntamento è per sabato 24 settembre, alle h 10:00 e alle h 14:00, con “Insieme si impara a stare bene!”: una serie di attività educative, sul tema dell’alimentazione e della sostenibilità ambientale. L’iniziativa è promossa da Parmalat Educational, progetto del gruppo Parmalat nato per aiutare le nuove generazioni a crescere in modo sano e nel rispetto dell’ambiente, grazie anche al coinvolgimento delle famiglie e degli insegnanti. In forma di gioco, i piccoli partecipanti potranno scoprire tante curiosità sulla filiera del latte e sulle proprietà nutrizionali degli alimenti.

Venerdì 23 settembre è prevista la vernice della mostraGusto al San Paolo! Gli Italiani a Tavola. 1970-2050”, che il Complesso di San Paolo ospiterà fino al 27 novembre. Curata da Massimo Montanari, docente universitario considerato tra i più autorevoli storici della cucina, e da Laura Lazzaroni, questa mostra arriva a Parma dopo il successo di pubblico avuto al M9 – Museo del ’900 di Mestre, che ne è anche ideatore e produttore. “Gusto al San Paolo!” si configura come un viaggio lungo ottant’anni nella gastronomia italiana: la forma è quella del racconto della relazione simbiotica tra italiani e i cibo. Una connessione che si è radicalmente trasformata negli ultimi decenni e che, nelle intenzioni dei curatori, disegna una traiettoria per indagare passato e presente e immaginare cosa può riservare il futuro. La mostra sarà aperta al pubblico dal mercoledì al venerdì, dalle h 16:00 alle h 19:00, e il sabato e la domenica, dalle h 10:00 alle h 13:00 e dalle h 15:00 alle h 19:00.

Sempre il Complesso di San Paolo ospiterà, durante l’ultima settimana di “Settembre Gastronomico”, una serie di attività legate al progetto Laboratorio Aperto. Si parte sabato 24 settembre, alle h 10:00, con “Mani in Pasta” laboratorio didattico sulla pasta fresca al mattarello, promosso dalla Fondazione Casa Artusi in collaborazione con l’Associazione Mariette di Forlimpopoli. Il laboratorio, studiato insieme con Ausl Parma, intende favorire l’inserimento sociale di persone e giovani con neuro-disabilità. Mercoledì 28 settembre alle h 18:00 è invece in calendario un nuovo appuntamenti targato “Parma mare: Përma voladora”. Il gastronomo Paolo Tegoni, Presidente dell’Associazione Italiana Gastronomi, affiancato dall’enologo Filippo Valla, parlerà dell’antica strada del sale e di acciughe, una delle merci che transitavano dal mare verso la pianura: oggi Parma è la capitale delle alici conservate, perché qui si produce il 70% delle acciughe consumate in Italia. A confrontarsi sul tema saranno Elena Pedrelli, Drogheria Enoteca Pedrelli, Mario Viani, Drogheria Viani, e Francesco Rizzoli, giovane manager dell’azienda di famiglia, la più antica industria conserviera d’Italia, attiva dal 1906.

La giornata di venerdì 30 settembre al Complesso di San Paolo sarà nel segno di talk scientifici, in collaborazione con l’Università degli Studi di Parma. Vari gli appuntamenti da segnalare, a partire dalle h 10:00, “Principi di un’alimentazione equilibrata”, con la prof.ssa Francesca Scazzina; “Chi sono i professionisti della nutrizione”, con il prof. Daniele Del Rio; e “Alimentazione e disabilità: esempi di interventi nutrizionali”, con Andrea Ghidoni.

Farà tappa al Complesso di San Paolo, nel Chiostro, “Libri con le ruote”, la biblioteca green su due ruote promossa dall’Associazione ParmaKids. Appuntamento alle h 16:30 di mercoledì 28 settembre con Andrea Saccon, in arte La Sajetta. Grandi protagonisti saranno i libri dedicati al cibo, con un’attenzione particolare a Parma e alle sue filiere, selezionati dai Musei del Cibo di Parma.

Anche l’ultima settimana di “Settembre Gastronomico” ospita appuntamenti food targati “Imprese Aperte”, progetto ideato e sviluppato dall’Associazione “Parma, io ci sto! e da UPI – Unione Parmense degli Industriali. Nel weekend del 24 e 25 settembre, porte aperte in Coppini Arte Olearia mentre in settimana, da mercoledì a venerdì, ci sarà la possibilità di visitare, accompagnati da una guida, Food Farm 4.0, laboratorio territoriale per l’occupabilità nel settore della Food Industry. Per i wine lover l’appuntamento è a Monte delle Vigne venerdì 23 e lunedì 27 settembre, mentre per gli estimatori dei salumi da non perdere sono le giornate porte aperte al Salumificio Trascinelli (27 settembre) e in Parmacotto (30 settembre). Sold out invece gli appuntamenti da Rizzoli Emanuelli e Parmalat.

Si concludono gli incontri al Bistrò Parma allestito in Piazza Garibaldi, sotto i Portici del Grano. Venerdì 23 settembre ultimo incontro targato “Il Cuoco e il Contadino”, iniziativa in collaborazione tra Parma Quality Restaurants e Confagricoltura Parma. Il pubblico del Bistrò potrà assaporare una creazione dalla chef Isabella Chiussi, Osteria il Bersò di Sorbolo, realizzata con i prodotti dei Giovani di Confagricoltura Parma – ANGA.

Anche quest’anno non è mancata la presenza dei vini del Consorzio Vini Colli di Parma, importante per far conoscere un’altra eccellenza del territorio della Food Valley, “Ci auspichiamo che la manifestazione non si fermi – sottolinea Maurizio Dodi, presidente del Consorzio Vini Colli di Parma – perché noi saremo sicuramente presenti. È un evento importante che dà visibilità al Consorzio e alle cantine che ne fanno parte, che hanno la possibilità di far conoscere i propri vini a un vasto pubblico. Nonostante quest’annata sia stata difficoltosa, abbiamo avuto risultati di grande qualità e il Settembre Gastronomico ci permette di far apprezzare i nostri vini con  le altre eccellenze di Parma”.

A chiudere l’edizione 2022 di “Settembre Gastronomico” sarà, sabato 1 e domenica 2 ottobre, “Caseifici Aperti”, il tradizionale appuntamento dedicato alla scoperta della DOP Parmigiano Reggiano promossa dal Consorzio di Tutela. Foodie e turisti avranno la possibilità di assistere alla nascita delle forme attraverso visite guidate ai caseifici, di passeggiare nei magazzini di stagionatura e di acquistare il Re dei Formaggi direttamente negli spacci, dalle mani dei produttori. L’elenco dei caseifici parmensi aderenti a “Caseifici Aperti” è disponibile sul sito Web www.parmigianoreggiano.it.