Potenziata la dotazione tecnologica della struttura di Neonatologia dell’Ospedale di Parma

Casa Bambini
kaleidoscopio
lodi_maggio24
SanMartino

Tre nuovi strumenti diagnostici vanno a implementare la dotazione tecnologica dell’Unità Operativa di Neonatologia dell’Ospedale grazie all’importante contributo dell’associazione Donatori di coccole. Un bilirubinometro per il monitoraggio dell’ittero nel neonato e due oftalmoscopi utili all’esame del bulbo oculare.

“I neonati ricoverati in reparto sono complessi – spiega Serafina Perrone, direttrice della Unità Operativa di Neonatologia – per questo abbiamo la necessità di utilizzare presidi sanitari che ci consentano di effettuare analisi diagnostiche specifiche, mirate alla prevenzione delle patologie e al monitoraggio puntuale delle condizioni cliniche”.

Assume così una importanza rilevante la donazione da parte dell’Associazione Donatori di coccole, presente in reparto con i volontari a fianco dei piccoli pazienti e a supporto delle famiglie. L’obiettivo è offrire vicinanza e affetto ai neonati che non possono lasciare l’Ospedale, proprioperché il contatto fisico è fondamentale per favorire un sereno sviluppo psichico.

“Il valore di una coccola non ha prezzo – sottolinea Nadia Sorrentino, presidente dell’Associazione – per questo siamo felici di esprimere la nostra vicinanza attraverso il lavoro dei nostri volontari ma anche di poter rappresentare un aiuto concreto a favore del benessere e della salute dei neonati”.

Erano presenti oggi alla donazione la vice presidente dell’Associazione Anna Menozzi assieme ad alcuni volontari, Andrea Panciroli – sponsor dell’associazione – e le famiglie Dordoni, Ceci e Gramigna che hanno sostenuto l’Associazione nell’acquisto degli strumenti con il gruppo Chiesi farmaceutici S.p.A. Ai donatori va il ringraziamento del reparto, espresso dalla direttrice Serafina Perrone, la coordinatrice Mara Cauli e la dirigente assistenziale Dipartimento Materno-Infantile Rita Lombardini.

lodi_maggio24
kaleidoscopio
Casa Bambini
SanMartino