Al via “Progetti&Teatro”

proges_4_21

30/11/2012
h.13.40

Il teatro come strumento sociale, è questo l’obiettivo che l’Associazione Culturale “Progetti &Teatro” si è data per coinvolgere adolescenti con disabilità e aiutarli a crescere. Ne hanno parlato durante la conferenza stampa che si è tenuta oggi – venerdì 30 novembre – alla presenza dell’assessore al welfare Laura Rossi e dei referenti del laboratorio teatrale Carlo Ferrari e Franca Tragni dell’Associazione culturale “Progetto&Teatro”. L’iniziativa è stata resa possibile grazie al contributo di due sponsor: la ditta Oiki – acciai inossidabili e la Chiesi Farmaceutici.
“A queste realtà – ha precisato l’assessore Laura Rossi – siamo particolarmente grati così come a Carlo Ferrari ed a Franca Tragni che da anni sono impegnati a promuove il teatro come percorso di crescita”. Anche Carlo Ferrari ha sottolineato l’importanza del sostegno da parte di Oiki e Chiesi Farmaceutici per avere contribuito fattivamente alla realizzazione del laboratorio teatrale.
“Crediamo che il teatro nel mondo sociale – ha spiegato Carlo Ferrari – sia una grande forza. Si tratta di un percorso con ragazzi adolescenti con disabilità lieve e media che prevede un coinvolgimento creativo”. L’iniziativa avviene grazie la collaborazione del Comune di Parma: la Struttura Operativa Disabili sostiene possibilità ed occasioni per il tempo libero degli adolescenti con disabilità , cercando di differenziare le proposte per poter favorire percorsi che “creano relazione”.
In questa logica il Progetto “Adolescenza con bisogni speciali”collabora e supporta il laboratorio di teatro ed espressione corporea condotto da Carlo Ferrari e Franca Tragni dell’associazione culturale “Progetti&Teatro” che, partendo da un’occasione unica come quella di “far teatro”, apre la possibilità di espandere la rete delle conoscenze, delle amicizie e dello star insieme, anche in situazioni non strutturate e squisitamente amicali. Il Laboratorio Teatrale si propone come momento di crescita per stimolare la creatività corporea in stretto contatto con la parola, creando la giusta atmosfera per fare in modo che i partecipanti possano avvicinarsi alla conoscenza delle loro potenzialità espressive molto spesso nascoste o non ancora conosciute.
Il processo creativo ha precisi riferimenti pedagogici: per ogni allievo si cerca un percorso espressivo autonomo all’interno del lavoro di gruppo, l’ascolto reciproco e la disponibilità sono alla base della costruzione teatrale.Si propongono esercizi preparatori che attraversano differenti discipline: il training fisico, la respirazione, l’espressione corporea, l’improvvisazione creativa. L’allenamento crea le condizioni tecniche per le improvvisazioni che sono parte fondamentale della creazione drammaturgica e gestuale. I conduttori Carlo Ferrari e Franca Tragni offrono la loro specifica esperienza nel campo del lavoro d’attore e di regia.

A chi è rivolto: 10 adolescenti con disabilità lieve-media frequentanti gli istituti superiori
Quando : il mercoledì dalle ore 17.00 alle ore 18.30 (una lezione al lunedì)
Dove: alla sala “Barchessa” del Parco Bizzozzero
Chi gestisce le lezioni: Carlo Ferrari e Franca Tragni (Progetti&Teatro associazione culturale)
Quante lezioni: 12 lezioni

Quando:
5 mercoledì, 10 lunedì, 19 mercoledì – dicembre
9, 16, 23, 30 mercoledì- gennaio
6, 13, 20, 27 mercoledì – febbraio
2 mercoledì ­marzo
Gli accompagnatori: si richiede la presenza di un famigliare o di un’altra figura adulta individuata dalla famiglia per lezione (a rotazione dalla 2° alla 11° lezione), figura che sarà a disposizione del gruppo di ragazzi per eventuali bisogni.
La referente del Progetto della Struttura Operativa Disabili organizzerà con le famiglie uscite serali o preserali (pizza, aperitivo o visione spettacoli etc..) con l’obiettivo di costruire insieme un “gruppo”, sostenere le famiglie nell’organizzazione del tempo libero per i propri figli e nell’attivazioni di prassi di mutuo-aiuto (percorsi di family-care)
Il giorno 5 dicembre la lezione è aperta a tutti gli interessati, sarà presente anche la referente della Struttura Operativa per entrare nel dettaglio della progettazione e accogliere le iscrizioni dopo che i ragazzi avranno sperimentato l’attività ed in accordo con i propri genitori l’avranno ritenuta adeguata alle loro aspettative.

___

Il rating del progetto è BBB (valutazione apprezzabile) (clicca qui per conoscere i dettagli dei punteggi assegnati nel calcolo dell’algoritmo di ParmaRating).

ParmaRating.it

AV

Al via “Progetti&Teatro”

proges_4_21

30/11/2012
h.13.40

Il teatro come strumento sociale, è questo l’obiettivo che l’Associazione Culturale “Progetti &Teatro” si è data per coinvolgere adolescenti con disabilità e aiutarli a crescere. Ne hanno parlato durante la conferenza stampa che si è tenuta oggi – venerdì 30 novembre – alla presenza dell’assessore al welfare Laura Rossi e dei referenti del laboratorio teatrale Carlo Ferrari e Franca Tragni dell’Associazione culturale “Progetto&Teatro”. L’iniziativa è stata resa possibile grazie al contributo di due sponsor: la ditta Oiki – acciai inossidabili e la Chiesi Farmaceutici.
“A queste realtà – ha precisato l’assessore Laura Rossi – siamo particolarmente grati così come a Carlo Ferrari ed a Franca Tragni che da anni sono impegnati a promuove il teatro come percorso di crescita”. Anche Carlo Ferrari ha sottolineato l’importanza del sostegno da parte di Oiki e Chiesi Farmaceutici per avere contribuito fattivamente alla realizzazione del laboratorio teatrale.
“Crediamo che il teatro nel mondo sociale – ha spiegato Carlo Ferrari – sia una grande forza. Si tratta di un percorso con ragazzi adolescenti con disabilità lieve e media che prevede un coinvolgimento creativo”. L’iniziativa avviene grazie la collaborazione del Comune di Parma: la Struttura Operativa Disabili sostiene possibilità ed occasioni per il tempo libero degli adolescenti con disabilità , cercando di differenziare le proposte per poter favorire percorsi che “creano relazione”.
In questa logica il Progetto “Adolescenza con bisogni speciali”collabora e supporta il laboratorio di teatro ed espressione corporea condotto da Carlo Ferrari e Franca Tragni dell’associazione culturale “Progetti&Teatro” che, partendo da un’occasione unica come quella di “far teatro”, apre la possibilità di espandere la rete delle conoscenze, delle amicizie e dello star insieme, anche in situazioni non strutturate e squisitamente amicali. Il Laboratorio Teatrale si propone come momento di crescita per stimolare la creatività corporea in stretto contatto con la parola, creando la giusta atmosfera per fare in modo che i partecipanti possano avvicinarsi alla conoscenza delle loro potenzialità espressive molto spesso nascoste o non ancora conosciute.
Il processo creativo ha precisi riferimenti pedagogici: per ogni allievo si cerca un percorso espressivo autonomo all’interno del lavoro di gruppo, l’ascolto reciproco e la disponibilità sono alla base della costruzione teatrale.Si propongono esercizi preparatori che attraversano differenti discipline: il training fisico, la respirazione, l’espressione corporea, l’improvvisazione creativa. L’allenamento crea le condizioni tecniche per le improvvisazioni che sono parte fondamentale della creazione drammaturgica e gestuale. I conduttori Carlo Ferrari e Franca Tragni offrono la loro specifica esperienza nel campo del lavoro d’attore e di regia.

A chi è rivolto: 10 adolescenti con disabilità lieve-media frequentanti gli istituti superiori
Quando : il mercoledì dalle ore 17.00 alle ore 18.30 (una lezione al lunedì)
Dove: alla sala “Barchessa” del Parco Bizzozzero
Chi gestisce le lezioni: Carlo Ferrari e Franca Tragni (Progetti&Teatro associazione culturale)
Quante lezioni: 12 lezioni

Quando:
5 mercoledì, 10 lunedì, 19 mercoledì – dicembre
9, 16, 23, 30 mercoledì- gennaio
6, 13, 20, 27 mercoledì – febbraio
2 mercoledì ­marzo
Gli accompagnatori: si richiede la presenza di un famigliare o di un’altra figura adulta individuata dalla famiglia per lezione (a rotazione dalla 2° alla 11° lezione), figura che sarà a disposizione del gruppo di ragazzi per eventuali bisogni.
La referente del Progetto della Struttura Operativa Disabili organizzerà con le famiglie uscite serali o preserali (pizza, aperitivo o visione spettacoli etc..) con l’obiettivo di costruire insieme un “gruppo”, sostenere le famiglie nell’organizzazione del tempo libero per i propri figli e nell’attivazioni di prassi di mutuo-aiuto (percorsi di family-care)
Il giorno 5 dicembre la lezione è aperta a tutti gli interessati, sarà presente anche la referente della Struttura Operativa per entrare nel dettaglio della progettazione e accogliere le iscrizioni dopo che i ragazzi avranno sperimentato l’attività ed in accordo con i propri genitori l’avranno ritenuta adeguata alle loro aspettative.

___

Il rating del progetto è BBB (valutazione apprezzabile) (clicca qui per conoscere i dettagli dei punteggi assegnati nel calcolo dell’algoritmo di ParmaRating).

ParmaRating.it

AV