Riva dei Preti: salta la frana

confartigianatomaggio
Contabile_giugno24

29/09/2009
h.18.00

Un boato, poi la polvere che lentamente si alza al cielo e il rumore dei massi che via via scivolano giù. L’esplosione che ha rimosso la parte rocciosa pericolante della frana di Riva dei Preti, lungo la provinciale che da Calestano porta a Berceto, ha risuonato come un eco nella stretta gola scavata dal torrente Baganza proprio sotto la strada.
Uno scoppio sordo, quasi in cima al fronte della montagna, annunciato da una sirena: tre suoni di avvertimento prima di dare il via all’operazione diretta da Danilo Coppe su mandato della Provincia. L’intervento eseguito oggi nel primo pomeriggio, alla presenza dell’assessore provinciale Andrea Fellini e del dirigente del servizio provinciale Ermes Mari, si è reso necessario a seguito della frana caduta la settimana scorsa dal versante destro del Baganza. Uno smottamento rilevante di sassi che ha travolto le reti esistenti e causato il ribaltamento della barriera paramassi posta più a valle. Il problema da risolvere per il servizio Viabilità della Provincia era costituito da una roccia pericolosa che rischiava di cadere sulla carreggiata. Per rimuovere quello spuntone pericolante l’esperto di demolizioni controllate Danilo Coppe, affiancato dai suoi tecnici, ha eseguito 42 perforazioni e piazzato 175 kg di esplosivo.
“ L’intervento di oggi si inserisce in un impegno che la Provincia porta avanti da anni contro le frane. Solo questa estate abbiamo aperto 39 cantieri per 3 milioni e mezzo di euro, per ripristinare la viabilità e la sicurezza su altrettante strade provinciali dell’Appennino. Un impegno che ci porta come in questo caso a utilizzare professionalità e tecniche di alto livello – ha spiegato Fellini.
Il sopralluogo eseguito dopo lo scoppio ha dato esito positivo. Domani si interverrà di nuovo con l’obiettivo di rimuovere completamente i residui di roccia. Quando il fronte di montagna su cui si è intervenuti sarà sicuro, si riprenderà il lavoro sulla strada procedendo con la rimozione del materiale sulla carreggiata e gli interventi necessari al ripristino della viabilità. La provinciale sarà riaperta entro la fine della settimana prossima.

SanMartino
Casa Bambini
lodi_maggio24
kaleidoscopio